Professioni

Federnotai, atto diventi 'multimediale'

Liotta (presidente sindacato) su dibattito su Notariato digitale

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 10 MAG - 'Notariato digitale'? Un "enorme successo", tuttavia "bisogna lavorare ancora molto per superare alcune rigidità pratiche che la tecnologia informatica comporta", come nel caso del puntatore ottico per le persone affette da Sla, prospettiva in cui "occorre proporre un ulteriore adattamento della legge notarile all'atto informatico con firma grafometrica e un'interazione con Spid, il Sistema pubblico di identità digitale". A pensarla così il presidente di Federnotai (il sindacato dei notai del Paese) Giovanni Liotta, convinto che si parli "molto spesso di atto digitale come mera modifica del supporto di scrittura", però "Federnotai crede che, sulla base di esperienze come quelle embrionali della georeferenziazione spagnola, si dovrebbe arrivare a fare dell'atto notarile un contenitore multi dati e interattivo, pur nella immodificabilità di alcuni elementi. Atto multimediale perché - incalza - in esso convergono e concorrono il contenuto attuale e nuovi contenuti fruibili a miglior narrazione anche storica della stipula, ma anche oltre la stipula stessa". Vi è, dunque, "la possibilità di sperimentare in concreto e misurare gli effetti su un pubblico soprattutto di millennials di un 'video' atto, o un atto con identificazione biometrica o atto digitale a distanza sempre tramite sistemi video. O, ancora, della possibilità di testare un atto notarile direttamente su piattaforma informatica a distanza, come per gli acquisti di beni di consumo su una piattaforma web, ma con l'intervento notarile", conclude. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in


      Modifica consenso Cookie