Professioni

  1. ANSA.it
  2. Economia
  3. Professioni
  4. Fisco & Lavoro
  5. Sindacato commercialisti,idee a politica

Sindacato commercialisti,idee a politica

Decalogo Aidc in vista voto per 'rilanciare economia e imprese'

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 25 GEN - "Elevazione a rango costituzionale dello Statuto dei diritti del contribuente", passaggio della competenza del contenzioso tributario dal Ministero dell'Economia a quello della Giustizia, "codificazione unitaria delle norme tributarie", nonché "istituzione permanente dell'Organo di controllo della spesa pubblica" ed "obbligo di revisione contabile per tutti i soggetti beneficiari di contributi pubblici". Sono i primi 5 punti del decalogo di proposte alla politica (in vista delle votazioni legislative del 4 marzo prossimo) elaborato dall'Aidc (Associazione italiana dottori commercialisti), formulate con l'intento di "dare nuovo slancio alle imprese e per riaffermare il ruolo dei professionisti della categoria". A seguire, si legge, le idee sottoposte ai candidati al governo del Paese sono "l'acconto di imposta ad introduzione progressiva per le nuove attività di imprese e professioni, nella misura del 20% per ogni anno a decorrere dal primo anno di attività", la riduzione al 50% dell'imposizione sul reddito incrementale di imprese e professionisti, il taglio "fino al 50% dell'imposizione sul reddito incrementale per imprese e professionisti in proporzione all'incremento del costo del lavoro" e, infine, "l'abolizione dell'Irap per l'esercizio in forma associata di arti e professioni mediante la valorizzazione del parametro individuale di ciascun associato" e il decremento "del 50% della ritenuta di acconto dei redditi per professionisti con dipendenti". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in


      Modifica consenso Cookie