COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale CONSIGLIO REGIONALE VENETO

CRV - Piano 2021 degli interventi regionali in materia di Immigrazione

via libera in Sesta commissione

CONSIGLIO REGIONALE VENETO

(Arv) Venezia 7 apr. 2021 – Percorsi di formazione linguistica e civica per adulti, interventi informativi per facilitare l’accesso ai servizi, in particolare a quelli sanitari, programmi di inserimento sociale e lavorativo per le donne e per i minori e potenziamento dell’Osservatorio regionale antidiscriminazioni e della rete informativa e di analisi sul fenomeno migratorio: sono gli obiettivi prioritari del programma di interventi 2021 della Regione Veneto in materia di immigrazione, discussi e approvati dalla sesta commissione del Consiglio regionale del Veneto, presieduta da Francesca Scatto (ZP). Hanno votato a favore i consiglieri della maggioranza, astenuti i rappresentanti delle opposizioni.

Il programma annuale di iniziative e di interventi, che dà esecuzione al piano triennale 2019-21, mette a sistema risorse regionali e fondi nazionali ed europei (in particolare le risorse del Fondo Asilo Migrazione e Integrazione 2014-2020) per una disponibilità complessiva di poco più di 7 milioni di euro per il 2021: la quota più consistente della spesa, pari a 4,6 milioni, è destinata ai corsi di italiano e di educazione civica per gli adulti e agli interventi per favorire il successo scolastico degli immigrati. Il programma degli interventi, messo a punto d’intesa con la Consulta regionale per l’immigrazione, coinvolge nell’attuazione soggetti pubblici e privati, tra cui le associazioni dei migranti.

Secondo le rilevazioni regionali più recenti (2019) gli stranieri residenti in Veneto sono 485.972 e rappresentano il 10 per cento della popolazione totale. Per il 52,2 per cento sono donne, per il 56 per cento hanno cittadinanza di stati europei: la Romania, con oltre 124 mila immigrati in Veneto, è il primo paese per provenienza. Quanto all’età, un quarto degli immigrati ha meno di 20 anni, 6 su 10 hanno meno di 40 anni. Nelle scuole di ogni ordine e grado del Veneto alunni e studenti stranieri sono il 15 per cento degli iscritti. La provincia con il maggior numero di residenti stranieri risulta essere Verona (22 per cento), seguita da Padova (19,2) e da Treviso (18,6 per cento).

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale CONSIGLIO REGIONALE VENETO

Modifica consenso Cookie