COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale CONSIGLIO REGIONALE VENETO

CRV - Programma di attività del Corecom per il 2021

via libera dalla Prima commissione

CONSIGLIO REGIONALE VENETO

(Arv) Venezia 23 nov. 2020 - Nel corso della seduta odierna, la Prima commissione permanente del Consiglio regionale del Veneto presieduta da Luciano Sandonà (Zaia Presidente), Vicepresidente Vanessa Camani (Partito Democratico), ha approvato a maggioranza, senza voti contrari, la Proposta di deliberazione amministrativa n. 1, relativa al programma delle attività del Comitato regionale per le Comunicazioni del Veneto - Corecom per l’anno 2021. Relatore per l’Aula, la Consigliera regionale Silvia Cestaro (Zaia Presidente), correlatore il Capogruppo del Partito Democratico Giacomo Possamai.

Nel corso dell’illustrazione del Programma, il Presidente del Corecom Gualtiero Mazzi ha ricordato, in sintesi, le funzioni fondamentali svolte dal Comitato, definite nel dettaglio dalla L. reg. n. 18/2001 - per la quale è stata auspicato l’avvio di un percorso di aggiornamento - quale organo di consulenza e gestione della Regione che assicura a livello territoriale le funzioni di garanzia e controllo in tema di comunicazioni, nonché quale organo funzionale dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni - Agcom, nell’ambito del rapporto disciplinato dall’Accordo Quadro del 28 novembre 2017 e, per quanto riguarda il Veneto, dalla convenzione bilaterale del 26 marzo 2018. Il Presidente Mazzi, inoltre, ha presentato un’ipotesi relativa al nuovo ruolo del Corecom oltre l’ambito delle telecomunicazioni, e in particolare, in primo luogo, la possibilità di ampliare il campo di attività del Corecom stesso alle conciliazioni delle controversie inerenti i settori dell’energia elettrica e del gas, allo stato attuale spettanti a organismi di mediazione accreditati presso l'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente - Arera, e in seconda battuta un nuovo ruolo nell’ambito dell'ordinamento della comunicazione, con particolare riferimento al settore radiotelevisivo, settore a proposito del quale è stato ricordato, innanzitutto, il compimento, nel 2021, della procedura volta all'acquisto del nuovo impianto di registrazione e monitoraggio delle emittenti televisive del Veneto, necessario sia per le attività effettuate in par condicio elettorale, sia per l'attuazione delle delega di monitoraggio assegnata dall'Agcom, nonché il prossimo passaggio allo standard di codifica del segnale denominato Dvb-T2 in luogo di quello attualmente utilizzato dai televisori. Infine, proseguiranno le attività legate alla promozione dell’uso responsabile di internet da parte dei giovani, collegate a quelle dello ‘Sportello Help Web reputation’, e il rapporto con le Consigliere di parità della Regione del Veneto in relazione all’utilizzo dell'immagine della donna.

“Nel corso degli anni, l’attività del Corecom si è notevolmente ampliata su tutti i fronti - ha osservato il Presidente Sandonà - sia per quel che riguarda le funzioni che sono proprie del Comitato, sia quelle delegate. I risultati di questa azione risultano evidenti, ad esempio, laddove il Corecom interviene nelle attività di conciliazione delle controversie tra i gestori del servizio delle telecomunicazioni e gli utenti: dal 2011 al 2018, le istanze e le conciliazioni concluse sono passate da un numero di poco superiore a 2000 a quasi 7000, un’attività notevole e probabilmente, quella più conosciuta. Credo, peraltro, che sia importante cogliere il suggerimento manifestato anche dalla Commissione: è necessario, per i prossimi anni, aumentare la spinta volta a far conoscere ulteriormente questa attività del Corecom, che è pubblica e gratuita”.

Di seguito, la Commissione, alla presenza dell’assessore regionale al bilancio Francesco Calzavara, che è intervenuto da remoto, ha approvato a maggioranza, senza voti contrari, la Proposta di deliberazione amministrativa n. 2 relativa al bilancio consolidato 2019, e il Progetto di legge n. 11 “Assestamento del bilancio di previsione 2020-2022”, provvedimenti che, già muniti dei pareri delle altre Commissioni consiliari, potranno essere inseriti all’ordine del giorno dei lavori dell’Assemblea: in entrambi i casi, relatore per l’Aula sarà il Presidente Sandonà, correlatore la Vicepresidente Camani.

Archiviato in


Modifica consenso Cookie