COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Giuliano Granocchia (Confesercenti): “il pericolo criminalità organizzata in Umbria”

Pagine Sì! SpA

Giuliano Granocchia, il presidente regionale della Confesercenti, in una intervista rilasciata al Corriere dell’Economia, commenta il problema di eventuali infiltrazioni malavitose, un problema, tra l’altro, segnalato anche dal Procuratore Generale della Repubblica in Umbria.

 “Se le conseguenze della crisi saranno quelle precedentemente accennate, non vi è dubbio che la criminalità organizzata starà già cercando di cogliere le possibili opportunità per approfittare della situazione. La debolezza economica, l’impossibilità di far fronte agli impegni economici apre una prateria a chi ha a disposizione grandi risorse finanziarie.

L’Umbria è da tempo, come più volte dimostrato dalle indagini della magistratura e dalle dichiarazioni del procuratore dott. Gratteri, una realtà in cui è diffusa la presenza della grande criminalità.

Va nella giusta direzione l’approvazione della Commissione speciale sulla criminalità organizzata voluta dal Presidente Squarta, in una delle prime riunioni del Consiglio regionale. Lo ritengo un atto importante e che mi auguro produca, rispetto al passato, un significativo cambio di passo.

Nel passato non vi è stata nessuna azione propulsiva, determinata e coraggiosa, come invece sarebbe stato necessario. Per questo ci auguriamo, come associazione di settore, che ci sia un nuovo modo di intendere il ruolo della commissione. Le dico questo, conclude Giuliano Granocchia, in veste di Presidente di Confesercenti, associazione che ha sempre dato un forte contributo al contrasto dell’usura, operando sia livello regionale che nazionale. Per noi questo è un punto molto importante perché contrastarlo vuole dire eliminare quella corrotta prassi che porta la malavita organizzata ad acquistare attività come forma di riciclaggio del denaro, così detto sporco, derivante da attività illecite.”

Archiviato in


Modifica consenso Cookie