COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Property Finding: la nuova frontiera del mondo immobiliare. L’esperienza dell’agenzia Athena.

Pagine Sì! SpA

Una casa in Toscana dove trascorrere le proprie vacanze o la pensione dopo una vita di lavoro e sacrifici è il sogno che molti hanno nel cassetto, ma che credono impossibile da realizzare per mancanza di tempo, per paura di non concludere un buon affare o per lontananza dal luogo d’interesse. Niente di più sbagliato da pensare. Il mondo immobiliare sta vivendo una vera e propria rivoluzione grazie al proprerty finding, la nuova frontiera di consulenza per chi vuole acquistare o prendere in locazione un immobile. Nata a Cecina nel 2003 per volere di Monika Novak e Francesco Musotto, soci fondatori di Athena & Partners si è contraddistinta fin da subito per l’imprinting innovativo nella gestione della compra/vendita, tanto da ricevere l’attenzione di testate come Forbes ed essere stati ospiti di importanti programmi televisivi. Grazie alla professionalità e all’esperienza maturate negli anni, Monika Novak è entrata a far parte dell’Associazione Desiderare, rete italiana di property finding, come mandataria esclusiva per la Toscana. Ma chi è il property finder? “Si tratta di una nuova figura nel panorama immobiliare - spiegano Novak e Musotto -: è un professionista che cerca l’immobile dei sogni trasformandolo in realtà, non più tradizionale intermediario tra venditore e acquirente, ma consulente di fiducia del cliente che desidera un servizio di qualità superiore, ottenendo un risultato che gli porti risparmio di stress, tempo e denaro”.

Il property finder viene contattato dal potenziale acquirente che cerca un immobile di prestigio in Toscana. Il primo passo è l’incontro nella sua dimora per scoprire come vive e quali sono i suoi gusti, instaurando così un rapporto di conoscenza e fiducia che porterà il consulente a selezionare le migliori proposte presenti nel mercato. Viene quindi svolta un’intervista per conoscere necessità e preferenze, dalla quale emergono anche le caratteristiche deve avere l’immobile desiderato - quante stanze, camere, bagni, con o senza il giardino/piscina, etc -, cui segue la sottoscrizione di un mandato della durata di due/tre mesi dove si specifica anche la cifra che si vuole spendere. “A questo punto il property finder entra in azione - continuano Novak e Musotto -. Mentre il cliente continua la sua normale attività e vita quotidiana, il consulente incaricato comincia la ricerca, partendo dal portfolio dell’agenzia stessa: se non ci sono proprietà che rispondono a questi requisiti, il consulente si attiva attraverso la sua rete di conoscenze (altre agenzie, privati, case d’asta, professionisti come architetti, geometri, etc). Una volta selezionati gli immobili, il property finder li visiterà per il cliente e solo quando avrà trovato quelli che soddisfano i requisiti scritti nel mandato glieli sottoporrà, visionandoli insieme con un sopralluogo”. Una volta conclusa la trattativa, il rapporto tra acquirente ed agenzia non termina: Athena & Partners , per esempio, continua ad essere per i propri clienti - soprattutto per chi vive all’estero o per chi utilizza l’immobile acquistato come casa-vacanza - punto di riferimento fondamentale, dando un’assistenza a 360°, dal servizio giardiniere alla manutenzione. Perché la serenità dei nuovi padroni di casa è l’obiettivo più importante.

Archiviato in