COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale ANCI Sicilia

"Comunicare con i social", webinar di ANCI Sicilia e PA Social

ANCI Sicilia

“Bisogna colmare un vuoto rispetto alla conoscenza e all’utilizzo dei social da parte della pubblica amministrazione, cercando di uscire dall’improvvisazione per arrivare ad uno standard altamente professionale”.

Lo ha detto Mario Alvano, segretario di ANCI Sicilia, che questo pomeriggio ha aperto i lavori del webinarComunicare con i social: dall'improvvisazione alla professionalità attraverso la formazione”,  promosso dall’Associazione dei comuni siciliani e da PA Social con l’obiettivo di realizzare una corretta comunicazione digitale negli enti locali, attraverso una gestione curata da professionisti.

 

            Dopo aver ringraziato ANCI Piemonte, che ha collaborato all’iniziativa, il segretario Alvano ha aggiunto che “è necessario ricalibrare le modalità di formazione e informazione della PA e focalizzare il linguaggio più appropriato anche attraverso il coinvolgimento dei dipendenti e degli amministratori locali.  Oggi pomeriggio i numerosi interventi di professionisti della comunicazione hanno offerto agli oltre 150 partecipanti un’occasione per utilizzare i social in maniera corretta e per evitare un dannoso “fai da te” utilizzando azioni legate alla conoscenza degli strumenti e delle regole”.

 

L’assessore all’Innovazione del comune di Palermo, Paolo Petralia Camassa, ha sottolineato la necessità di “impostare linee guida per una comunicazione via social e di inserire esperti nei comparti comunicativi della pubblica amministrazione che sappiano cogliere le necessità e i nuovi orientamenti espressi dai cittadini”.

 

 

“Se vogliamo stare dove stanno i cittadini  - ha aggiunto Francesco Di Costanzo, presidente di PA Social - dobbiamo utilizzare  e conoscere al meglio tutte  quelle piattaforme che i cittadini utilizzano nella vita quotidiana. Bisogna sviluppare, quindi, una comunicazione senza improvvisazioni che abbia un  ruolo centrale, sia un punto di riferimento e offra servizi di qualità, rapidi, efficaci ed efficienti. E proprio per consentire agli enti locali di gestire al meglio il dialogo e l’interazione con il pubblico incontreremo presto il ministro Brunetta per portare avanti il percorso di riforma della legge 150, ormai obsoleta”.  

All’incontro sono intervenuti: Francesco Di Costanzo, presidente di PA Social, Rosario Gullotta e Marina Mancini coordinatori di PA Social Sicilia, e rispettivamente responsabili dell’informazione e comunicazione dei Comuni di Giarre e Bagheria, Giovanna Beccalli,  socia di PA Social Sicilia e responsabile Ufficio stampa AMAM, Christian Tosolin, coordinatore di PA Social Friuli Venezia Giulia e Social media manager del Comune di Trieste, Marco La Diega, esperto di digitale e responsabile privacy di diversi comuni, Francesco Pira, professore di comunicazione e giornalismo dell’Università degli Studi di Messina.

Presenti anche Nuccio Molino, socio di Pa Social Sicilia e responsabile Ufficio Stampa del Comune di Catania, Francesco Di Parenti, presidente GUS Sicilia e addetto stampa del Comune di Siracusa,  Giulia Agostinelli, coordinatrice regionale di PA Social Lazio e Responsabile Ufficio stampa e Comunicazione dei comuni di Rocca Priora e Castel Gandolfo.

 

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale ANCI Sicilia

Modifica consenso Cookie