COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Fiore di Puglia premiata al Cibus Forum 2020 di Parma

Pagine Sì! SpA

Il 2 e 3 settembre durante i FOOD AWARD svoltosi nel Cibus Forum di Parma, fiera dedicata alle specialità alimentari made in Italy, i taralli biologici di Fiore di Puglia hanno ricevuto il premio per il “MIGLIOR INNOVAZIONE DI PRODOTTO”.

I Food Awards hanno l'obiettivo di premiare e porre i riflettori su tutte le iniziative di marketing che si sono contraddistinte nel corso dell’anno.

Precedentemente a questo riconoscimento, nel Novembre del 2019, l’azienda è volata a Dubai per lo Yummex, la fiera degli snack dolci e salati più importante del medio oriente.

Durante questa manifestazione la linea di Taralli bio certificati qualità Puglia di Fiore di Puglia è stata premiata con “L’INNOVATION AWARDS BEST BAKERY PRODUCT” come miglior prodotto per la sezione sostituti del pane.

La storia del tarallificio Fiore di Puglia comincia nel 1940, in una piccola città della provincia di Bari, Corato, dove nacque il primo forno a legna di Cataldo Fiore, capostipite dell’azienda. Il 1957 segna il primo step di un’evoluzione che continua ancora oggi: Antonio Fiore (figlio di Cataldo) decide di trasformare il forno di famiglia in un panificio.

Col tempo entra a far parte dell’azienda Giuseppe Fiore, figlio di Antonio, che contribuì a portare l’azienda alla fase successiva della sua crescita: da panificio cittadino, a vera e propria realtà specializzata in tipicità della tradizione pugliese, che si sviluppa su 12.000 mq, con tre sedi e 60 dipendenti.

Una dinamica aziendale in continua evoluzione produttiva: dai taralli classici alla realizzazione di linee più complete pronte a rispettare l’evoluzione socio culturale legata al food. E quindi si assiste alla nascita dei prodotti da forno biologici o quella per i consumatori intolleranti al glutine.

La filosofia alla base della produzione dei prodotti Fiore di Puglia è quella di una ricerca mirata delle materie prime provenienti esclusivamente dal territorio pugliese, come ad esempio il grano arso, la farina di lenticchie o quella ai multicereali.

L’obiettivo è attuare un ritorno alle origini, quando tutto si basava prettamente sul lavoro artigianale e non industriale. Ora, Fiore di Puglia è impegnata in questo senso e presto lancerà una linea di prodotti realizzati interamente a mano, rispettando scrupolosamente le antiche ricette tramandate in famiglia da generazioni. Si tratterà prevalentemente di una serie di prodotti rivolti a chi oggi ama riscoprire i sapori di una volta.

Ma non è tutto, Fiore di Puglia sta sperimentando nuove linee e abbinamenti di sapori così da poter allargare la propria produzione di snack. Ha introdotto sul mercato ormai da diversi anni i primi taralli senza glutine per gli intolleranti ed è sempre pronta e attenta alle esigenze dei consumatori esigenti. In questo senso si muove la produzione del canale aziendale healthy. 

Rispetto al passato, e ascoltando il contesto storico del momento, l’azienda inoltre sta puntando sempre più sui prodotti monoporzione. Una decisione importante fatta soprattutto in base all’attuale emergenza sanitaria. 

 

Archiviato in


Modifica consenso Cookie