Press Release

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale FROOGS

AL DITEDI SI PARLA DI MAGAZZINO CON OVERLOG. NUOVO RUOLO DELLA LOGISTICA DI MAGAZZINO IN PREVISIONE

Il Friuli Venezia Giulia gioca un ruolo di primo piano nella logistica di magazzino, presto una assise

FROOGS

Incontro presso il Ditedi (Cluster del digitale) a Udine per parlare del nuovo ruolo del magazzino in epoca di pandemia e post pandemia. Il Covid e le conseguenze hanno cambiato totalmente il suo modo di esistere. In programma una assise in Friuli Venezia Giulia per parlare del tema sempre più attuale. Uno dei settori maggiormente impattati dalla pandemia, che ne ha evidenziato il ruolo fondamentale ma anche i limiti intrinsechi, è stato quello dei magazzini. Il Covid-19 ha messo in moto ed accelerato un’evoluzione che per certi versi era inevitabile: i negozi di retail stanno abbandonando sempre di più l’idea di possedere piccoli magazzini locali, e la gestione delle merci è sempre più in mano a grandi centri di stoccaggio. Questi ultimi, tuttavia, non possono limitarsi al ruolo che avevano in passato: non si tratta di semplici spazi in cui accumulare prodotti, ma di hub intelligenti che devono necessariamente appoggiarsi a  Warehouse Management Systems (WMS), software di gestione capaci di adattarsi ad esigenze specifiche e assicurare il perfetto funzionamento della catena logistica.

 

La parola d’ordine è dunque  digitalizzazione, anche nell’ottica di una maggior efficienza nell’utilizzo delle risorse: tenere sotto controllo lo stato delle scorte e gestire in modo flessibile i rifornimenti è fondamentale per rispondere con prontezza a improvvisi cambiamenti della domanda. 

 

La provincia di Udine è al centro di questo processo di digitalizzazione dei magazzini con Overlog, eccellenza di Buttrio con un’esperienza trentennale nel settore. L’azienda, tramite i propri prodotti e la propria filosofia, assiste i clienti nell’implementazione di sistemi intelligenti per la gestione logistica, modificando i layout dei magazzini e integrandovi le proprie tecnologie.

SLIM2k, il software di Overlog, copre tutte le fasi della catena: ricevimento, stoccaggio e movimentazione, produzione, controllo e statistiche, picking e spedizione. Tra le tecnologie dell’azienda vi sono il Pick to Light, un sistema di prelievo manuale che non richiede l’ausilio di documenti cartacei, riducendo la possibilità di errori; la Radio Frequency Identification, che permette l’identificazione e la memorizzazione delle informazioni sui prodotti in un chip elettronico; Voice, un sistema di comandi vocali che segna un’importante evoluzione in termini di velocità, sicurezza ed economicità nelle operazioni che richiedono elevata manualità. 

Recentemente l’amministratore delegato di Overlog, Marco Crasnich, ha incontrato Francesco Contin, project manager di Ditedi, cluster che mette in rete le aziende friulane che operano nel digitale. Affinché nessuno rimanga indietro, c’è bisogno di fare cultura sul nuovo sistema: si sta valutando l’idea di un simposio per le aziende che vogliono prendere parte al processo evolutivo del magazzino industriale. Processo che è solo agli inizi: le trasformazioni che si prospettano all’orizzonte sono molte e stanno iniziando a contaminare numerosi settori. Basti pensare ad esempio al concetto di  dark store, negozi senza clienti accessibili solo agli addetti al prelievo, o di  dark kitchen, ristoranti senza coperti dove si può ordinare solo d’asporto.

 

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale FROOGS

Modifica consenso Cookie