COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Scuola Silv di Bergamo: la moda? Da passione a professione

Pagine Sì! SpA

Stilisti ma anche sarti, figurinisti, costumisti, fashion designer e influencer: sono tante le figure professionali che ruotano attorno al sistema moda, settore tra i più dinamici e rilevanti del sistema economico lombardo. La moda, quindi, non più solo come elemento distintivo del «made in italy» ma come ambito in cui c'è richiesta di nuove leve. A trasformare la passione in un'opportunità concreta di lavoro in un settore che tra commercio, produzione e design coinvolge in Lombardia oltre 190 mila addetti per un giro di affari di oltre 35 miliardi di euro è l'Associazione Scuola Silv di Bergamo, dal 1982 punto di riferimento per la  formazione professionale post-scuola dell’obbligo ma anche per corsi post-diploma, sfilate ed eventi.

«Ci impegniamo a far crescere e accompagnare i futuri professionisti del comparto moda, con attenzione particolare alla sartorialità - conferma Davide Marchesi, formatore e responsabile marketing e progetti della scuola fondata da Fausta Pesenti Gritti -. La nostra mission è tenere viva la passione per la moda italiana e dar vita alla creatività perché per un lavoro nel mondo del fashion ci vogliono passione, talento ma anche tanta formazione: il tutto finalizzato a favorire l’incontro degli studenti con il sistema imprenditoriale». Anche i numeri parlano chiaro: da una recente indagine di Altagamma, fondazione cui fanno capo le migliori imprese italiane nei settori moda, design, food, ospitalità e automotive, emerge che fra 5 anni mancheranno alle aziende del «made in Italy» 236.000 addetti specializzati nei settori del fashion e del design, di cui oltre 46.000 nella moda a livello nazionale. Tuttavia, solo il 30% degli studenti italiani sceglie una scuola tecnica e il 15% una scuola professionale.

Associazione Scuola Silv

Archiviato in


Modifica consenso Cookie