Press Release

  • Officina Iblea, Genova: a pranzo si gustano piatti tipici con la formula ’”All you can eat ragusano”
COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Officina Iblea, Genova: a pranzo si gustano piatti tipici con la formula ’”All you can eat ragusano”

Pagine Sì! SpA

La prima cosa che colpisce chi entra in Officina Iblea, nei caruggi di Genova, è la solarità della titolare e cuoca Antonietta Caldarera, di origine siciliana e trapiantata da qualche anno nel capoluogo ligure. L’entusiasmo nel comunicare la sua passione per la cucina e per la sua terra, mentre è intenta a sfornare o a preparare pane cunzato, caponata o cannoli, è contagioso.  La seconda cosa, invece, è l’imbarazzo della scelta da un menù ricco e variegato. Ma da oggi, a pranzo, non sarà più necessario scegliere perché con la formula “All you can eat ragusano”, mangi tutto quello che riesci tra 20/25 portate tra antipasti, primi, secondi e dolci, pagando solo 12 euro. Con un’unica regola: se avanzi qualcosa nel piatto, quella portata la paghi a prezzo pieno.

“Abbiamo deciso di proporre la formula “All you can eat ragusano” - spiega Antonietta Caldarera – prima di tutto perché per me cucinare è davvero una passione e così ogni giorno a pranzo posso preparare tutte quelle portate. E poi perché abbiamo visto troppo spesso l’indecisione di clienti che volevano provare diversi nostri piatti ma poi erano costretti a sceglierne solo alcuni. Un altro vantaggio poi è che nella pausa pranzo, quando uno ha fretta, puoi trovare pietanze di cibo genuino e di qualità ma subito pronte, anche per chi è vegano e vegetariano”.

In Officina Iblea tutti gli ingredienti, le bibite, i vini provengono dalla Sicilia, caratteristica che ha fatto certificare il locale come “Eccellenza Italiana 2020/2021”.

Come nelle più antiche tradizioni ragusane, i cibi sono tutti cotti nel forno oppure in padelle di piccole dimensioni dove vengono cucinati sul momento, per ogni singola persona.

“Quella ragusana – continua Antonietta Caldarera – è una cucina sana e molto digeribile che non utilizza fritture, oli o burro. Qui da me si possono trovare i piatti tipici, a partire dal pane cunzato che non può mai mancare, alle arancine, le schiacce, le tagliatelle fatte a mano con il nero di seppia, il baccalà alla stimpirata. Per finire con i dolci classici quali il cannolo riempito al momento, la crema di pistacchi o la cassata cotta nel forno”.

 

Guarda il Video

Visita il Sito www.officinaiblea.com

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Modifica consenso Cookie