COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Comune di Genova

Il nuovo portale "open data" del Comune di Genova

Comune di Genova

I “dati aperti”, comunemente chiamati con il termine inglese “open data”, sono dati che possono essere utilizzati e ridistribuiti liberamente da chiunque. Il criterio ispiratore è che, poiché pubblici, appartengono alla collettività. La loro pubblicazione risponde a molteplici finalità, quali la trasparenza, il miglioramento della qualità della vita dei cittadini, la diffusione della conoscenza e l’impulso all'economia dell'immateriale, alle capacità innovative e imprenditoriali del territorio.

Il Comune di Genova – dopo aver approvato con una delibera di Giunta nel febbraio 2014 le “Linee guida” in attuazione delle indicazioni nazionali per la valorizzazione del Patrimonio Informativo Pubblico – ha realizzato il portale “open.comune.genova.it” dove vengono esposti i diversi repertori di dati (dataset) via via messi a disposizione.

Questo portale si è recentemente rinnovato diventando molto più “usabile” ed ha accresciuto in maniera significativa la mole di informazioni presenti sulla piattaforma.

Innanzitutto è stata ulteriormente aggiornata la piattaforma di pubblicazione recependo gli ultimissimi standard a livello nazionale dettati da AGID (Agenzia per l’Italia Digitale): si è passati ad un ambiente più user friendly e più facilmente utilizzabile direttamente dalle direzioni che “producono” i dati e le informazioni che li descrivono (metadati).

È stata significativamente incrementata – circa il 50% – la quantità dei dati messi a disposizione: i dataset (raggruppamenti omogenei di dati disponibili) sono passati da 55 a 74 e sono stati anche razionalizzati. Alcuni dataset preesistenti, che pubblicavano la stessa informazione relativa a più anni, sono stati ricondotti – per facilitare gli utilizzatori – ad un unico dataset pluriennale.

Sono state inoltre predisposte molte nuove informazioni: dati relativi al tessuto urbanistico storico (catasti storici, epoca antiquaria edifici del centro storico, le mura del 1414…), dati demografico/statistici (distribuzione famiglie per tipologia, numero componenti, numero figli, nazionalità…), dati sulle scuole (iscritti alle scuole dell’obbligo per l’anno scolastico in corso), dati sulla rete Free WIFI Genova, dati di tipo ambientale recependo, dove possibile, le richieste provenienti dai cittadini e dalle associazioni “digitalmente attive” sul nostro territorio.

Ma è forse dal punto di vista della ricchezza dei formati e delle modalità con cui questi dati sono stati messi a disposizione che si è compiuto il più significativo progresso: appena possibile le informazioni vengono pubblicate non soltanto come numeri/testi ma anche in formato geografico, cioè collegando le informazioni alfanumeriche alla rappresentazione geografica dei luoghi a cui numeri e testi si riferiscono.

Peraltro, per fornire al potenziale utilizzatore una più efficace anteprima del contenuto dei files geografici scaricabili, si sono utilizzate le funzioni del Geoportale, la piattaforma attraverso cui tutte le informazioni riconducibili al territorio gestite dal Comune sono rappresentate anche ad uso interno.

È stata anche implementata per la prima volta un’informazione in modalità “a 4 stelle”: secondo la scala di qualità dei dati aperti, quella per cui il dato non è esposto attraverso un file ma attraverso un indirizzo internet tramite il quale l’utilizzatore interroga in tempo reale il database che gestisce quell’informazione. È il caso dei dati delle centraline meteo disposte sul territorio del Comune.

Archiviato in


Modifica consenso Cookie