Press Release

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale IWR Automotive

Il Quirinale sceglie i servizi di IWR Automotive

Le vetture dei Presidenti hanno fatto la storia del nostro Paese. Ripercorriamo le tappe più importanti

IWR Automotive

In attesa di conoscere il nome del prossimo Presidente della Repubblica, il Dealer ufficiale Jaguar Land Rover di Roma IWR Automotive si prepara ad accompagnarlo nei futuri impegni istituzionali. Per i prossimi 3 anni, la concessionaria di via della Magliana 297 sarà la fornitrice ufficiale del Quirinale per la Land Rover.

Le automobili del Presidente della Repubblica hanno fatto la storia del nostro Paese e, ripercorrendone la lista, si ha la sensazione di fare un viaggio nel tempo e nella cultura italiana. Scegliere un modello significa identificarsi con esso. Il garage del Quirinale è sempre stato quasi esclusivamente italiano. A disposizione di De Nicola, nel primo periodo post bellico, quattro Fiat 2800 Torpedo decappottabili di rappresentanza, una Balilla a tre marce e un'Isotta Fraschini, a cui si aggiungono la Lancia Aurelia, l’Alfa Romeo 1900 e alcune Fiat Topolino Giardiniera con Einaudi. Sui sedili della Lancia Flaminia 335 di Gronchi sedette persino John F. Kennedy, mentre Segni preferì un'Alfa Romeo 1900S, Saragat la Fiat 130 e le nuove Flaminia; Leone due Alfa Romeo 2500 blindate. Sandro Pertini si identificò con la Maserati, al cui interno richiese persino di inserire un ripiano porta pipe personalizzato. Scalfaro, Cossiga e Ciampi viaggiavano sulle Alfa Romeo 164 e sulle Lancia Thema, ma la Lancia Flaminia era la vettura per le visite ufficiali. Con Mattarella si è arrivati a contare una flotta di 35 modelli tra cui le due Lancia Thesis blindate utilizzate per gli spostamenti del Presidente e una Thesis limousine a disposizione dei Capi di Stato di altri Paesi in visita in Italia.

“È un immenso onore per noi essere al servizio del Quirinale e contribuire a gestire il parco auto della Presidenza della Repubblica” racconta Valentina De Paolis, amministratore delegato di IWR Automotive. “Entrare in questa flotta significa mettersi a disposizione del Paese. Lo spirito di IWR è da sempre quello di cercare di accontentare ogni cliente. Sarà un compito particolarmente importante per noi stare al fianco del prossimo Presidente della Repubblica”.

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale IWR Automotive

Modifica consenso Cookie