Press Release

POP-UP, Rotunno: ecco il temporary week restaurant capace di riscrivere le regole della ristorazione

 © ANSA
COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Il mondo del food & beverage da sempre è sinonimo di Italia: non a caso è possibile trovare un ricco panorama commerciale di ristoranti, bar, pizzerie, pub e soluzioni similari che fanno del piacere della tavola il loro business.

Ma a Monza le regole della ristorazione sono state completamente sovvertite dall’avvento di POP-UP, un Temporary Week Restaurant ideato da Aldo Rotunno e Marco Lucarelli, soci titolari, che hanno scelto di rompere gli schemi tradizionali per offrire soluzioni avanzate di promozione ad aziende e professionisti del settore, che possono così regalare delle vere e proprie esperienze di gusto ai propri clienti.

“POP-UP è un format innovativo, un vero e proprio showroom dove mettere in risalto non solo i prodotti alimentari delle aziende, ma permettere anche ai clienti di assaporare ogni settimana ingredienti diversi, mixati secondo il gusto e le idee dello chef del giorno. Questo permette di avere nella stessa location sapori diversi, che si sposano con le migliori proposte del mercato: una volta terminato il pasto è possibile anche acquistare i prodotti degustati, grazie all’apposito market predisposto nella struttura”.

Il concept restaurant POP-UP di Monza apre la strada all’esperienza sensoriale alimentare, che permette ai clienti di provare sapori diversi e alle aziende di testare i propri prodotti, per capirne il gusto e la reazione dei consumatori. Una duplice valenza che rende il temporary restaurant una soluzione accattivante ed intrigante, da provare per lasciarsi emozionare.

“Nella nostra struttura – continua Aldo Rotunno – ci piace ospitare solo i migliori marchi del settore, che ho potuto conoscere e selezionare negli anni. Da qui è nata una importante partnership con Royal Fish, che sarà una presenza fissa nella struttura e servirà pesce sempre fresco, ideale per numerose ricette. Da questa collaborazione ne è nato un sodalizio importante che ha visto il pieno ingresso del titolare Marco Lucarelli nel progetto”.

Ma POP-UP non si ferma all’esperienza gastronomica nella formula weekend: grazie al periodo di lockdown il suo ideatore ha potuto apportare un’importante rivoluzione, realizzando un menù fisso disponibile tutti i giorni, che permette di assaporare i prodotti delle aziende che hanno deciso di sposare il progetto.

“Al cliente – conclude il socio titolare Aldo Rotunno – possiamo offrire l’intera filiera del prodotto: dall’azienda produttrice al consumatore finale, che può anche acquistare gli ingredienti assaporati. Il cliente, può quindi, ricevere un servizio qualitativamente alto, mentre le aziende possono essere certe di aver comunicato in modo funzionale e autorevole il proprio prodotto, permettendone la degustazione al consumatore finale. Tutto questo è possibile grazie allo showroom del cibo targato POP-UP, un progetto giudicato dalla rivista ‘Millionaire’ innovazione dell’anno”.

Tutto questo potrà essere testato e valutato a partire da Giovedì 22 ottobre alle ore 19.00, quando il temporary week restaurant POP-UP sarà nuovamente aperto al pubblico, per deliziarlo con le sue succulente proposte.

  • Pagine Sì! SpA
  • 16 ottobre 2020
  • 11:11

Condividi la notizia

Vai al Canale: ANSA2030
Modifica consenso Cookie