Press Release

Assicurazione viaggio Italia: una cautela sempre più raccomandata

 © ANSA
COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Optimamente

L’assicurazione di viaggio Italia rappresenta un prodotto che sempre più italiani hanno scelto di sottoscrivere nel momento in cui si sono trovati alle prese con la prenotazione della propria vacanza o del proprio viaggio di lavoro nel nostro Paese. Il contesto piuttosto incerto nel quale ci troviamo ha infatti indotto maggiore sensibilità e consapevolezza sul tema del “rischio” e non è un caso che le compagnie assicurative stiano registrando un crescente numero di richieste per le polizze di assicurazione viaggio in Italia.

Ma come si caratterizzerà il mercato del turismo in Italia nel corso dell’autunno in arrivo? Ci saranno delle particolarità con le quali sarebbe bene prendere immediatamente confidenza? Stipulare un’assicurazione per i viaggi sarà ancora più utile?

I viaggi autunnali: ecco come saranno

La prima cosa che sta emergendo da diverse ricerche condotte in materia è che il trend dei viaggi nel prossimo autunno in Italia non sarà molto dissimile da quanto abbiamo visto formarsi nel corso dell’estate che si accinge a conclusione. Pertanto, gli italiani faranno incetta di prenotazioni last minute, preferendo l’organizzazione dei viaggi all’ultimo momento piuttosto che la pianificazione dei propri spostamenti in un arco temporale più ampio.

Tale evidenza non è certo una novità, né si tratta di un elemento sorprendente. Con un contesto così incerto come quello in cui ci troviamo ad operare, è lecito pensare che molti italiani sceglieranno di rinviare la decisione di partire (se, e dove) a poco prima del viaggio. Si tenga comunque conto, per tornare al focus del nostro odierno approfondimento, che una buona parte delle “sgradite sorprese” che possono nuocere alla buona riuscita del viaggio possono essere evitate attraverso il ricorso a una copertura assicurativa viaggio in Italia, polizze che possono porre il viaggiatore al riparo da una lunga serie di eventi pregiudizievoli che potrebbero turbare, in tutto o in parte, la serenità degli spostamenti programmati.

Verranno preferite le mete più vicine

Una altra tendenza che, anche nel corso dell’autunno sarà sicuramente oggetto di conferma, è quella relativa alla preferenza degli italiani per le mete di vicinanza. Piuttosto che spostarsi per qualche giorno di relax lontano da casa, i nostri connazionali tenderanno dunque a concentrare i propri spostamenti verso mete raggiungibili all’interno della propria regione o, comunque, a distanza di poche ore dal proprio domicilio.

Anche questo è, evidentemente, un segno del tempo che cambia: il clima di incertezza e il rischio di trovarsi coinvolti in possibili peggioramenti repentini delle condizioni sanitarie in luoghi lontani dalla propria casa sta infatti convincendo sempre più italiani a privilegiare una destinazione più prossima.

Cresce l’interesse per i viaggi

Quale terzo elemento di tendenza non possiamo che sottolineare come stia comunque crescendo l’interesse degli italiani per gli spostamenti, con un’estate che si è caratterizzata con un incremento medio in doppia cifra delle ricerche di sistemazioni, trascinata da un piccodirichieste – come sopra già descritto – per gli spostamenti all’interno del territorio nazionale.

Insomma, il mercato turistico italiano cambia, ma non si ferma, in vista di un autunno che – salvo misure di contenimento – sarà comunque caratterizzato dal ricorso a frequenti spostamenti.

  • Optimamente
  • 22 settembre 2020
  • 08:00

Condividi la notizia

Vai al Canale: ANSA2030
Modifica consenso Cookie