Press Release

Cibo e longevità: una buona alimentazione allunga la vita

 © ANSA
COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Optimamente

Parola al Nutrizionista

Quante volte abbiamo sentito dire “siamo quello che mangiamo”?  Una frase che spesso si sente sulla bocca di esperti o meno esperti. Le potenzialità dell’alimentazione e la relazione del cibo con la salute era conosciuta fin dai tempi di Ippocrate, noto anche per la frase “fai del cibo la tua medicina”. Questa conoscenza antica, nota ai greci ma relegata in un angolo per secoli, sta ritrovando un periodo fertile, grazie allo studio più approfondito e scientifico agli alimenti.

Abbiamo a tal proposito intervistato il Dottor Neri – dietologo nutrizionista di Bologna.

Dott. Neri quanto è importante l’alimentazione per salute e vivere più a lungo?

Il tempo in cui la convinzione è “posso mangiare quello che voglio”, tanto ci sono le pastiglie”, iniziano a perdere consenso. Se è vero che la vita si è allungata molto negli ultimi 50 anni, è vero anche che la qualità della vita è peggiorata per le persone anziane.

Quello che portiamo in tavola può migliorare la nostra salute e mantenerci in vita più a lungo (consiglio di leggere gli articoli su https://www.drneri.it/).

Occorre aumentare la consapevolezza delle persone, su cosa è il vero cibo, dagli effetti benefici, e cosa è il prodotto industriale di scarsa qualità.

Cosa è per lei il cibo?

Il cibo più di energia, perché non siamo macchine che bruciano cibo, ma organismi complessi, con risposte diverse a seconda di quello che mangiamo o pensiamo o proviamo.

Il cibo:

  • È un modulatore epigenetico, in grado di modificare il DNA, migliorandolo o peggiorandolo
  • Può stimolare la sintesi di alcuni enzimi piuttosto che altri, influenzando il nostro metabolismo, la capacità di eliminare le scorie, rigenerare i tessuti, evitare le mutazioni genetiche, prevenire tumori, le malattie cardio vascolari, difenderci o meno da degenerazione celebrali o malattie del sistema nervoso.
  • Può aumentare o diminuire la funzionalità e la sintesi di mitocondri, con produzione più o meno efficiente di energia
  • Può rallentare l’oncogenesi oppure stimolarla
  • È alla base, nella sua accezione negativa, di molte patologie
  • È in grado di modulare la risposta immunitaria, aumentando o diminuendo l’infiammazione da questa generata
  • Può aumentare la gravità di parecchie patologie autoimmuni oppure attenuarne gli effetti.
  • Stimola la sintesi di alcuni ormoni e inibisce la produzione di altri.
  • Regola la funzione degli organi

Ciò che è stato sottovalutato per centinaia di anni, sarà la vera e propria medicina per il futuro.

Nel mio futuro ideale, ci saranno molti ultracentenari, con una vita attiva, sana, con uno stile di vita equilibrato e con pochissimi farmaci. Sono sicuro che questo avverrà, occorrerà tempo e consapevolezza di come il buono e il salubre è alla portata di tutti, sulle nostre tavole.

Cosa intende per stile di vita equilibrato sano?

Per Equilibrato e sano intendo uno stile di vita in cui il contatto umano, torni al primo posto, con ritmi più naturali, con cibo a km 0 e di stagione, senza additivi chimici, conservanti, stabilizzanti, dolcificanti, che alterano il sapore del nostro cibo.

Pensate a questo: un pomodoro in pieno inverno da dove arriva? Come è stato raccolto? Quanti km ha fatto? E cosa ci portiamo a tavola alla fine?

Per poter essere trasportato e commercializzato deve essere raccolto verde, altrimenti marcirebbe e sarebbe invendibile. Non avendo le nostre misure sicurezza, è quasi sicuramente carico di pesticidi, di sostanze che ne proteggono l’aspetto esteriore. Viene fatto maturare in celle di stoccaggio, conservato in celle frigorifere ed arriva sui banchi del supermercato rosso e dall’aspetto sano. Quando lo andiamo a mangiare, non sa di nulla, salvo trovare in inverno, una consistenza molliccia, alcune volte con una sorta riga verde, sintomo di una maturazione innaturale. Chi compra è convinto di acquistare un prodotto salutare, ricco di vitamina C ed antiossidanti, ma quello che non sa è che acquista qualcosa che del pomodoro ha solo l’aspetto, non ha vitamina C, ha meno sali minerali di quelli che dovrebbe avere e soprattutto ha delle sostanze che per la pianta sono di difesa, come la solanina e le saponine, che sono deleteree per il nostro organismo. Questo è parte di uno stile di vita non sano, perché è inconsapevole.

Quale tipo di consigli alimentari dà ai nostri lettori per vivere più a lungo e meglio?

Oltre a quello che ho detto, vorrei sottolineare l’importanza di un’alimentazione che includa una serie di alimenti, che non dovrebbero mancare sulle nostre tavole ed altri che sarebbe meglio eliminare:

  • Verdure di stagione in abbondanza e Frutta: importanti per il loro apporto di vitamine, antiossidanti, fibre, oltre ad avere un buon apporto di carboidrati;
  • Proteine di buona qualità, anche animali, non trattate con ormoni e possibilmente allevati all’aperto: ottime le carni bianche le uova e senza eccedere i formaggi magri evitate gli insaccati, i prodotti preparati ed elaborati a livello industriale, come gli insaccati, ricchi di grasso,, nitriti, nitrati ed altri additivi
  • Via libera al pesce pescato, ricco di omega 3. Attenzione al pesce di allevamento: di omega 3 non ne vede nemmeno l’ombra: gli omega 3 del pesce dipendono dall’alimentazione
  • Prediligete cereali integrali in chicco biologici e non elaborati industrialmente; preferite cibo preparato e fatto in casa con farine integrali; evitate i cibi industriali e i junk food, partecipano alle alterazioni di glicemia ed al vostro invecchiamento precoce
  • Olio di oliva assieme agli oli polinsaturi come ad esempio l’olio di semi di lino sono ottimi nella nostra alimentazione. Evitate i grassi idrogenati e i cibi industriali o fritti. Vanno anche evitati i grassi vegetali    Rapportare le dosi al livello di attività fisica: quanto mangiamo dovrebbe essere rapportato a quanto consumiamo. In caso di sedentarietà o comunque nei giorni in cui non si fa sport sarebbe bene ridurre l’introduzione di alimenti calorici.
  • Prediligere snack fatti in casa o biologici con frutta secca e frutta, energetici ma ricchi di sostanze naturali

Una cosa che voglio sottolineare è che non è importante are una dieta temporanea, solo per dimagrire, ma è importante cambiare il proprio stile di vita e quindi il proprio comportamento alimentare, fisico e psichico sul lungo termine.

Fate attività fisica regolare: l’attività fisica stimola la produzione di parecchi mediatori benefici per il vostro corpo e ci darà longevità

Ci sono degli alimenti che consiglierebbe per allungare la vita?

Si certamente, ne citerò alcuni interessanti:

Il tè verde Bancha

Il tè verde Bancha è il the verde per eccellenza, ricco di antiossidanti, le Epigallocatechine, protettive nei processi degenerativi e di invecchiamento precoce. Molto ricco in Teanina, dalle proprietà rilassanti, grazie alla sua azione sul recettore del GABA. È in grado di placare la fame e contrasta le infiammazioni

Il peperoncino e l’olio di oliva

Il peperoncino grazie alla Capsaicina, un potente antinfiammatorio. L’olio di oliva, ricco di acidi grassi monoinsaturi, l’acido oleico in particolar modo, e i polifenoli, protettivi grazie all’azione antiossidante

Il Pesce di mare e le uova

Il pesce pescato di mare, vanta un alto contenuto di acidi grassi omega 3, che contribuiscono alla prevenzione delle malattie, dell’ipertenzione e alla protezione del cervello

Le uova, hanno un ruolo prezioso nella regolazione del colesterolo HDL, così come nell’apporto di acidi grassi essenziali e vitamine del gruppo B.

La frutta fresca e di stagione

La frutta deve essere una presenza frequente a tavola, per via dell’alto cpontenuto di vitamine, Sali minerali ed antiossidanti

La carne bianca

La carne bianca è quella del coniglio, del pollo e del tacchino, e vanta un alto contenuto di proteine. Bassi grassi, ferro e di zinco, agevolando il compito dei globuli rossi.

Le Brassicacee e i pomodori maturi

Le brassicacee (cavoli, cavolini, etc) tra cui i broccoli. I primi contengono la vitamina A, la vitamina B e la vitamina D, oltre a vantare proprietà antiossidanti, zeaxantina e luteina – che prevengono la degenerazione maculare e la cataratta.

I pomodori solo se maturi e di stagione, offrono potassio, vitamina A e vitamina Ce un carotenoide, il licopene, utile nella prevenzione delle malattie cardiache

Il cacao

Il cacao, contiene l’acido stearico, utile contro il colesterolo, la teobromina, utile per la circolazione del sangue.

Le lenticchie ed i ceci

Le lenticchie, ricche di proteine, utile per rafforzamento del sistema nervoso e del sistema immunitario, e il miglioramento del transito intestinale. Contengono le vitamine del gruppo B, il fosforo, lo zinco e il magnesio

I ceci contribuiscono alla rimozione delle tossine epatiche. Contengono la lecitina, che consente di regolare i trigliceridi nel sangue e abbassa i livelli di colesterolo, il magnesio migliora la contrazione muscolare, la circolazione e l’elasticità dei vasi sanguigni. Contengono anche gli acidi grassi omega 3. E Per finire La fibra solubile utile nel combattere i grassi

Quali integratori consiglierebbe per migliorare la qualità di vita e la salute?

Gli integratori alimentari, nella vita moderna, possono essere un valido aiuto per incrementare quei micronutrienti che sono relativamente carenti, in un ambiente non perfetto e molto stressante. I migliori Integratori sono:

NAC (Nacetil Cisteina).

Il Resveratrolo

L’Acido Lipoico,

Le Vitamine C, E e gli Antiossidanti

Il Coenzima Q10

Acidi Grassi Omega-3

The Verde

Carnosina

Ginkgo biloba

Per maggiori informazioni

Il Dottor Neri è un nutrizionista esperto in nutrizione sportiva e clinica. Interessato a capire e a spiegare in che modo l’alimentazione influenza il benessere e la salute, ha trasformato la propria passione in una professione. Per saperne di più visitate DrNeri.it

  • Optimamente
  • 03 agosto 2020
  • 14:30

Condividi la notizia

Vai al Canale: ANSA2030
Modifica consenso Cookie