Press Release

Svapoweb: Arcangelo Bove dona un respiratore all’ospedale San Pio di Benevento

 © ANSA
COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale SEO Cube S.r.l.

Mentre l’emergenza sanitaria dovuta al diffondersi del coronavirus non accenna a placarsi, un gesto di solidarietà da ammirare arriva da Svapoweb, che si rende protagonista di una donazione economica di enorme rilievo, dal punto di vista economico e non solo. Il fondatore del marchio Arcangelo Bove, leader nel settore della sigaretta elettronica, ha deciso di finanziare l’acquisto di un respiratore destinato all’ospedale San Pio di Benevento. Entrando più nel dettaglio, il dispositivo in questione è un ventilatore polmonare Carat II pro, il cui costo si aggira attorno ai 12mila euro. Il ventilatore è stato assemblato nelle corsie del reparto di terapia intensiva del nosocomio sannita. Bove ha voluto attuare questa iniziativa in modo spontaneo rivelandosi sempre attento alla dimensione sociale.

Le iniziative di Svapoweb

Non è questo, però, il solo bel gesto compiuto da Svapoweb, che in precedenza aveva donato a un presidio 118, a un ente comunale locale e alle forze dell’ordine del territorio grandi quantità di gel igienizzante, per altro in vendita anche sull’e-commerce, in una situazione in cui si registrava una notevole carenza di questo prodotto. Si è trattato di un’azione importante a sostegno del personale di prima linea, che avrebbe bisogno in modo costante di presidi che sono indispensabili nella gestione dell’ordinario e che lo diventano ancora di più in questa situazione di crisi.

Una visione imprenditoriale attenta al sociale

Bove ha dichiarato che la sua concezione di imprenditorialità ha sì a che fare con la creazione di posti di lavoro e di ricchezza, ma anche con l’impegno a sostenere la società nei momenti di più forte disagio. Il papà di Svapoweb, quindi, ha voluto manifestare il proprio sostegno alla sanità campana, e in modo indiretto a quella italiana, non potendo restare indifferente di fronte alla straordinaria emergenza in corso. Così Bove si è dichiarato disponibile a comprare un ventilatore polmonare che è stato assegnato all’azienda ospedaliera di Benevento.

Il bonus per i dipendenti

Inoltre, Bove in considerazione del pericolo che è ben lontano dal potersi ritenere concluso ha voluto ordinare la chiusura di diversi esercizi, in modo da non far correre rischi ai dipendenti. L’imprenditore sannita si è sempre dimostrato disponibile ad ascoltare gli appelli di carattere sociale provenienti dal territorio, e con la chiusura degli esercizi ha voluto sottolineare come l’attenzione alla salute sia più importante degli incassi che si possono ottenere. Così, se da un lato è stato promosso lo smart working, dall’altro lato è stato concesso un bonus premio per coloro che si sono fisicamente recati al lavoro.

Che cos’è Svapoweb

Era il 2012 quando Arcangelo Bove, che ai tempi era ancora uno studente di giurisprudenza, decise di registrare il marchio Svapoweb: da allora – sono passati meno di otto anni, visto che la nascita ufficiale dell’azienda risale al mese di settembre del 2012 – Bove ha saputo diventare uno degli imprenditori più importanti nel settore dello svapo. Eppure a quei tempi il fumo elettronico rappresentava una assoluta novità, di cui in Italia si sapeva poco o niente: le poche notizie in merito si potevano trovare solo su Internet. Ecco il motivo per il quale Bove decise di dare vita a un negozio online. Da subito, Svapoweb è stata in grado di affermarsi nel comparto delle sigarette elettroniche come leader nel nostro Paese.

La storia delle sigarette elettroniche e quella di Svapoweb

È nel 2013 che le sigarette elettroniche – che più propriamente dovrebbero essere definite vaporizzatori personali – iniziano a essere ritenuti oggetti interessanti e meritevoli di essere acquistati: dispositivi utili per coloro che hanno intenzione di dire addio alla combustione del tabacco e a tutte le conseguenze negative che derivano, senza per questo fare a meno della classica e piacevole gestualità correlata all’uso delle sigarette classiche. A mano a mano Svapoweb ha visto aumentare il numero di iscritti, mentre in ogni angolo del Paese iniziavano a comparire i negozi di sigarette elettroniche. A una prima fase di grande successo, tuttavia, è seguita una frenata piuttosto brusca, dovuta in modo particolare a una tassazione decisamente aggressiva nei confronti degli articoli correlati allo svapo. E così numerosi commercianti si sono ritrovati costretti a chiudere con la stessa velocità con cui erano riusciti ad alzare la saracinesca.

Come è cambiata Svapoweb nel 2013

In quel 2013 così complicato Bove si trovò a dover prendere una decisione importante: andare via dall’Italia o dire addio a un sogno. Ma dire addio ai sogni è sbagliato, ed è per questo che nel mese di agosto il giovane imprenditore scelse di trasferirsi in Slovenia. All’inizio erano solo 3 i dipendenti assunti, ma dopo un anno si erano già quintuplicati. Adesso sono circa 40 le persone che lavorano per Svapoweb, che nel frattempo si è trasformato in un marchio di riferimento per migliaia di consumatori di tutte le età.

Il ritorno in Italia

Nella primavera del 2016 Svapoweb ha fatto ritorno nel nostro Paese, e a ottobre dello stesso anno a Benevento è stato inaugurato il primo negozio fisico. A gennaio del 2017 è stata la volta del secondo shop, aperto a Trapani. Nel frattempo Bove aveva dato vita a un altro marchio, Gioark, con una linea di produzione in grado di realizzare 2mila pezzi all’ora: sia gli aromi che le basi di quel brand nel giro di pochissimo tempo erano diventate un must have. In seguito Gioark è stata venduta, anche perché sono stati creati i prodotti a marchio Svapoweb.

I prodotti Svapoweb

È stata davvero rapida l’ascesa dei prodotti Svapoweb, che sono riusciti a farsi conoscere ed apprezzare dagli svapatori anche per merito di una rete vendita ricca e articolata: oltre all’e-commerce, infatti, ci sono tanti franchisee, che garantiscono una presenza costante sul territorio. Il catalogo di articoli a disposizione è molto ampio, e comprende tra gli altri le basette nicotinate, gli aromi macerati, gli aromi scomposti, il glicole e il glicerolo. Oggi Svapoweb è il distributore di articoli per lo svapo più grande a livello europeo: per gli acquirenti, una garanzia di affidabilità e di sicurezza, ma soprattutto di alta qualità.

Contenuto curato da Massimo Chioni
Optimamente S.r.l. - Agenzia Content Marketing

  • SEO Cube S.r.l.
  • 06 aprile 2020
  • 15:44

Condividi la notizia

Vai al Canale: ANSA2030
Modifica consenso Cookie