Press Release

Vendere un camper usato: una pia illusione o si può fare?

 © ANSA
COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale SEO Cube S.r.l.

Ci sono dozzine di motivi per cui tu abbia deciso di vendere il tuo camper usato:

  • ne vuoi acquistare finalmente uno più lussuoso, con tutti i comfort che quello attuale non ha.
  • la famiglia si è allargata ed il camper attuale è decisamente piccolo.
  • il camper attuale non ti soddisfa appieno per il garage troppo piccolo.
  • hai una sensazione di non “domare” il mezzo quando lo guidi: ne vuoi uno nuovo, più maneggevole, dalla guida confortevole.
  • hai una certa età e tutta questa energia per il viaggio in camper non fa più al caso tuo.
  • i tuoi figli sono ormai cresciuti ed ormai va bene viaggiare anche con un camper di dimensioni ridotte.

Eccetera. Eccetera. Eccetera.

Qualsiasi sia il motivo, non ti stressare: esistono delle piccole dritte e trucchi che puoi trovare nel web che possono renderti la missione molto più semplice di quello che tu ti possa aspettare.

1) Online e offline: due strategie completamente diverse

Il primo consiglio è cercare di vendere il tuo camper usato sia offline che online.

Nel primo caso non avrai bisogno di Internet: per cui è più facile che venderai ad uno del posto.

Ecco, in questo caso dotati di pazienza e contatta giornali locali, radio e siti locali e chiedi loro dei preventivi per pubblicizzare il tuo annuncio: vedrai che ti darà una spinta notevole per incontrare la domanda locale di camper usati.

Sempre nel primo caso, puoi affiancare a questa strategia offline un mezzo squisitamente online: uno strumento potente a livello locale è infatti Marketplace di Facebook: spesso si riescono a fare buoni affari anche per auto e camper usati, ma considera che la vendita è diretta, cioè non c’è alcuna intermediazione di un professionista che possa tutelare la vendita.

Un’altra idea niente male per vendere offline il tuo camper è optare per la vendita all’interno di un rimessaggio vicino casa tua o di una strada a intenso traffico: lì hai una visibilità notevole per il tuo camper e la facilità di intraprendere una compravendita comoda, vicino a casa.

Se invece vuoi una grancassa nazionale per il tuo annuncio di vendita, allora devi propendere per l’online: qui non puoi brancolare nel buio ma devi affidarti a marketplace riconosciuti a livello nazionale ed internazionale.

Come fai a stabilire che i siti siano affidabili?

C’è uno strumento online, che si chiama Wayback Machine, che è un autentico archivio di tutta la storia dei siti web, da quando sono nati oggi: dentro ci trovi anche dei siti che non esistono più, perché chiusi da anni.

In realtà , il tuo obiettivo è andare a vedere se i marketplace di compravendita sono online da tempo o sono online da pochissimo tempo (e allora facci meno affidamento).

Prova a dare uno sguardo anche a Meteor Viaggi, una realtà online da più di vent’anni, che ha fatto della compravendita di camper nuovi ed usati il suo core business.

2) Il camper deve essere pulito!

Ricorda che il camper che vuoi vendere è un camper usato.

Ma deve sembrare nuovo!

Quindi, vesti i panni di un concessionario e presenta il tuo camper come si deve.

A dire il vero, devi vestire anche i panni di un autolavaggio di interni ed esterni e devi mettere a lustrare il camper: deve essere bellissimo, specie per chi lo viene a vedere dal vivo (praticamente tutti gli interessati).

L’investimento per un camper, anche usato, è importante, non nascondiamocelo: per cui, la pulizia è un dato essenziale perché la vendita vada a buon fine.

Ecco un esempio di immagini che rappresentano quello che ti consiglio:

3) Il camper non deve avere problemi tecnici.

Questa indicazione è intimamente collegata alla dritta precedente: se l’olio del camper è molto vecchio, cambialo; se c’è quel piccolo problema alla guarnizione che rimandi da tempo, sistemalo; se il motore non va, ecco, lo devi sostituire.

In questo caso non devi fare nessuno sforzo di immedesimazione con l’acquirente, ma devi usare il buonsenso.

Nessuno è intenzionato a comprare un camper usato pieno di magagne. Men che meno il tuo potenziale acquirente.

4) Devi fare un annuncio da paura!

“Per fare breccia nei confronti della maggioranza occorre puntare a raggiungere non il vasto mercato, bensì una nicchia.”

Seth Godin

Ricorda che stai incontrando una nicchia di mercato: devi parlare come i camperisti, devi presentare il prodotto facendo leva su quello che piace i camperisti, devi fare le foto a quei particolari che solo i camperisti conoscono.

Altre indicazioni a riguardo:

  • fai più foto possibili. Documenta al meglio lo stato del tuo camper.
  • le foto vanno fatte all’esterno e all’interno: fotografare solo l’esterno è come provare a vendere una casa mostrando solo il giardino.
  • elenca le riparazioni recenti.
  • elenca i tagliandi fatti.
  • segnala tutti i dettagli tecnici che possono interessare l’acquirente.
  • indica il chilometraggio totale effettuato.
  • indica l’anno del tuo acquisto.

5) Devi dare la prova che tutto sia perfettamente funzionante

Una volta che hai preparato il mezzo è il momento di poter sfruttare il fattore trasparenza. Tranquillizza il tuo acquirente dandogli prova che può fare tutte le verifiche del caso; pubblicizza che può farsi accompagnare da un meccanico di fiducia per la prova in strada, potete portarlo insieme presso un’officina camper per fare i tagliandi di controllo infiltrazione, apparecchiature e impianti gas secondo le normative vigenti. Insomma fai capire che puoi metterci una mano sul fuoco su quello che stai vendendo.

Solamente dopo aver rispettato tutte queste regole vedrai che l’acquirente sarà portato a darti la massima fiducia e la tua vendita si potrà concretizzare positivamente.

Leggi il comunicato stampa originale

  • SEO Cube S.r.l.
  • 31 marzo 2020
  • 14:43

Condividi la notizia

Vai al Canale: ANSA2030
Modifica consenso Cookie