COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale FATTORETTO Srl

Le carte prepagate con Iban più convenienti. Novità estate 2020

FATTORETTO Srl

Sono una delle soluzioni più pratiche ed economiche per la gestione di spese ed esigenze d’acquisto personali. Le carte prepagate con Iban dispongono di buona parte delle funzionalità proprie dei conti correnti online, come l’invio e il ricevimento di bonifici, l’addebito delle utenze. Senza contare le opportunità di pagamento e prelievo attraverso la carta, dall’uso dei POS agli acquisti negli shop digitali. Ma quali sono le ultime novità? Ecco le prepagate con Iban più interessanti dell’estate 2020. 

Sono risorse semplici nell’utilizzo e dai costi fissi davvero limitati, se non del tutto assenti. Tra le più vantaggiose, nell’ambito dei prodotti presentati negli ultimi mesi, figura Carta Prep@id, fornita da Banco BPM. 

È un prodotto che fa riferimento al circuito MasterCard, utilizzabile per i pagamenti sia in ambito nazionale che internazionale. Sul piano della convenienza si distingue per l’assenza del canone annuo, sebbene preveda un costo di attivazione di 10 euro. 

Per quello che riguarda il prelievo, il cliente può approfittare di un limite giornaliero che raggiunge i 2.500 euro. Soglia importante, che farà contenti quanti preferiscono l’utilizzo del contante. Possono incidere però nell’uso quotidiano le commissioni di prelievo, che corrispondono a 0,50 euro presso gli sportelli automatici di Banco BPM, ma salgono a 2,10 euro per quelli di altri istituti di credito. 

Come valida alternativa si può optare per Carta N26. Anch’essa afferente al circuito di pagamento MasterCard, dispone di Iban e di un conto online associato. In ottica di convenienza, convincono l’assenza di spese pertinenti l’attivazione e il canone. 

A caratterizzare la carta è inoltre l’assenza di commissioni in merito ai prelievi nel nostro Paese. In caso di prelievi in valuta estera, può essere applicata una commissione dell’1,7%. 

La terza opzione è la carta prepagata Widiba. In questo caso il circuito di pagamento è Visa Electron. Le condizioni contrattuali implicano un canone annuo di 10 euro, sono invece assenti i costi d’attivazione. 

Gratuiti i prelievi presso gli sportelli automatici MPS, mentre le commissioni sono pari a 2 euro presso gli altri istituti di credito. Il prelievo quotidiano non può superare i 250 euro. 

Archiviato in


Modifica consenso Cookie