Press Release

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Optimamente

HR transformation

l’evoluzione del business attraverso un’innovativa valorizzazione della forza lavoro

Optimamente

Il mondo del lavoro è un universo in continua evoluzione che asseconda i cambiamenti e le esigenze del mercato proponendo soluzioni in grado di aumentare sensibilmente non solo la produttività ma anche le competenze umane e professionali di ogni singola risorsa. Da qualche tempo a questa parte, si sta pian piano affermando un concetto in grado di reinventare la pianificazione di business e il raggiungimento di determinati target in modo dinamico, competitivo e all’avanguardia. Si tratta, in poche parole, di HR transformation, linee guida che, sulla scorta di quanto accaduto negli ultimi anni tra crisi generalizzata e coronavirus, sono diventate un vero e proprio vademecum per affrontare con successo un mercato sempre più sfidante e mutevole.

L’HR Transformation è un movimento legato alla trasformazione dei processi operativi delle risorse umane, con l’obiettivo di efficientare, semplificare e automatizzare la Funzione HR nelle scelte strategiche.

Gli obiettivi all'interno di questo mindset sono duplici: da un lato trasformare quelle attività e i processi verso modelli avanzati e di mercato, e dall'altro fare evolvere digitalmente il capitale umano ed il modo in cui lo stesso svolge il proprio lavoro.

Le priorità dell’HR transformation

La riorganizzazione dei processi lavorativi si basa, inevitabilmente, su quella che è la rimodulazione di diverse organizzazioni, obbligate a ricorrere ad una forzalavoro agile o digitalizzata. Pertanto, collaborare a distanza al raggiungimento di un obiettivo può creare dei vuoti – relazionali e non – che vanno colmati con un approccio diverso in grado di reinventare l’esperienza all’interno di un determinato settore e di generare un’attività efficiente anche in quelle situazioni inedite rispetto al passato recente. Insomma, occorre una trasformazione rapida proiettata verso il compiacimento di priorità specifiche che sono, a conti fatti, le chiavi di volta per il successo concreto dell’HR tranformation.

Ma HR Transformation non è solo digitalizzazione e tecnologia; è un modo di rivedere i processi e i modelli operativi che impattano le persone nella vita aziendale di tutti i giorni. Appartiene a chi l’HR lo gestisce e chi lo compone.

Stando alle ultime ricerche globali in tal senso, si nota che i dipendenti più stimolati sono anche quelli maggiormente resilienti. Inoltre, mostrano persino un attaccamento all’attuale posto di lavoro non indifferente che si affianca ad un desiderio di riqualificarsi per contribuire costantemente allo sviluppo della propria azienda. Perciò, al fine di creare un’esperienza lavorativa di livello assoluto, occorre perseguire alcune priorità come:

  • individuare una value proposition accattivante in grado di attirare e fidelizzare nuovi talenti;
  • creare una esperienza unica per le persone che vivono la vita aziendale ogni giorno;
  • comprendere l’asset tecnologico della Funzione HR per valutare eventuali trasformazioni (cloud e non)
  •  
  • garantire una transizione adeguata verso le tecnologie all’avanguardia dello Human Capital Management;
  • costruire percorsi diversificati per andare incontro alle esigenze del singolo, protagonista di modalità di lavoro sempre più ibride;
  • coinvolgere i dipendenti per attuare cambiamenti sostanziali;
  • valorizzare le competenze digitali e non dei nuovi mestieri, i quali hanno una fluidità determinante per restare al passo delle continue trasformazioni del mercato.

Come attuare l’HR transformation in modo efficace?

Dopo aver sviscerato quella che è una vera e propria panoramica degli obiettivi da soddisfare per attuare il processo di HR transformation, occorre concentrarsi sull’approccio pratico da utilizzare per trasformare il modo di fare impresa.

Innanzitutto, bisogna lavorare per stabilire un obiettivo chiaro e misurabile correlato ad un business di riferimento. Stando a quanto accade, di norma, in un’azienda tipo, il predetto obiettivo potrebbe essere la risoluzione di un problema palesato più o meno direttamente dalle persone, per cui è necessario concentrarsi su di esso per indirizzare le possibili soluzioni (processi da modificare, modelli da snellire, esperienze da innovare, tool da inserire…). HR Transformation è infatti un paradigma che non impatta soltanto le figure coinvolte nei processi HR, ma ricade sull’intera organizzazione, ossia sulle persone di tutte le aree aziendali. Il conseguente feedback permetterà di sviluppare ulteriori strategie per continuare a raccogliere risultati positivi.

Enfatizzare, poi, il coinvolgimento emotivo e pratico dell’intera forza lavoro di un’azienda permette la diffusione culturale e valoriale di determinati parametri capaci di fare la differenza in qualunque momento. A ciò, poi, si deve aggiungere un’esecuzione operativa dell’HR (e non solo) semplice e lineare, priva di automatismi obsoleti estremamente articolati.

Infine, per attuare una trasformazione senza soluzione di continuità, è necessario studiare e aggiornarsi su tutti quegli aspetti il cui impatto positivo deve essere un valore aggiunto per chi lavora concretamente in azienda e a tutti i livelli.

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Optimamente

Modifica consenso Cookie