Press Release

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Fratelli Ponzi Investigazioni: indagini professionali per contrastare l’assenteismo sul lavoro

Pagine Sì! SpA

C'è chi in 15 anni non ha mai svolto un giorno di lavoro, pur percependo regolare stipendio o quelli che, assenti per malattia o infortunio, lavoravano in nero in altri posti o erano in vacanza. La cronaca racconta numerosi episodi di assenteismo sul lavoro, un fenomeno purtroppo diffuso in Italia, come confermano anche i dati: il tasso di assenteismo (calcolato come il rapporto tra le ore di assenza e le ore lavorabili) si è attestato negli ultimi anni intorno al 6,6%, con picchi di 7,3% nelle aziende con più di 100 dipendenti. “I dipendenti che abusano di permessi e congedi  – spiega Franco Ponzi, titolare insieme alla sorella Paola della storica agenzia investigativa Fratelli Ponzi & C -  rappresentano un grave problema per l’azienda; il mancato lavoro inficia sulla produttività aziendale e fornisce un esempio sbagliato ai colleghi più virtuosi che potrebbero manifestare malcontento o iniziare ad adottare comportamenti simili. Dimostrare, invece, i comportamenti illeciti può portare al licenziamento per giusta causa”.

Per contrastare il fenomeno, come ribadito più volte anche dalla Corte di Cassazione, è ora possibile rivolgersi ad agenzie investigative  che  potranno accertare finta malattia, abuso dei permessi previsti dalla legge 104, doppio lavoro e assenze ingiustificate con opportune indagini e prove legalmente valide che potranno eventualmente essere fatte valere in sede giudiziale. “Il modo più idoneo ed efficace – conferma Franco Ponzi - per raccogliere le prove necessarie è rivolgersi ad investigatori professionisti e competenti. Ovviamente devono essere detective autorizzati dalla Prefettura a svolgere indagini di vario tipo, che in genere durano qualche giorno. Per fare solo qualche esempio noi, tramite pedinamenti, fotografie e filmati, abbiamo scoperto un dipendente che doveva essere in malattia e invece lavorava in una carrozzeria; oppure altri che facevano i camerieri invece di trovarsi a casa. Gli episodi scoperti sono numerosi”. A rivolgersi a Fratelli Ponzi per svolgere indagini su dipendenti infedeli sono sia grandi aziende che piccole, per la maggior parte società private ma anche enti pubblici.

La storia di Ponzi Investigazioni parte da lontano, nel 1958, e ha le sue profonde radici nel mito di Tom Ponzi, il più famoso investigatore privato italiano, zio di Franco e Paola e nel fratello Vittorio, papà di Franco e Paola. Franco, mosso dalla forte passione per l’investigazione, ha sempre affiancato il padre e gli zii nell’attività tanto che nel 1998 ha rilevato l’impresa dello zio Ettore fondando la Fratelli Ponzi & C. Investigazioni, mantenendo la sede storica di Milano. Con gli anni il Gruppo si è ingrandito aprendo sedi a Reggio Emilia, Modena, Bologna e Parma e costituendo così il Consorzio degli operatori del Gruppo Ponzi Investigazioni. Nel 2012 ha iniziato a operare la terza generazione Ponzi ossia il giovane figlio di Franco, Marco.

Oltre 30 investigatori privati garantiscono ai clienti, in Italia e all'estero, una vasta gamma di operazioni ed attività: oltre al controllo dei dipendenti assenteisti, si va dal controspionaggio industriale alle indagini private rivolte alla sfera familiare o personale, alla verifica degli impianti antintrusione, alla cyber security.

Per informazioni e richieste consultare il sito www.ponzi.it

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Modifica consenso Cookie