COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Riccardo Fagioli, Iknosys: ristorazione, utili in crescita con i servizi ad hoc e tecnologie moderne

Pagine Sì! SpA

Il mondo della ristorazione è complesso e sempre più in evoluzione, con modelli di business in continuo cambiamento e tecnologie di supporto che aiutano nella gestione dell’attività. Negli ultimi anni gli utili in questo ambito hanno iniziato a diminuire a causa dell’aumento di costi e normative stringenti. Tuttavia, è possibile generare importanti marginalità con l’interpretazione accorta dei numeri. “Con il menu engineering e l’implementazione di strumentazioni tecnologiche adeguate si può arrivare a raddoppiare gli utili in breve tempo”, sottolinea Riccardo Fagioli, fondatore a Cagliari della società Iknosys. “Molti puntano all’aumento del fatturato, o dello scontrino medio, ma che da soli non portano per forza all’aumento degli utili, anzi alle volte proprio il contrario”. Con la sua realtà imprenditoriale, Fagioli mette a disposizione degli imprenditori capacità di lettura dei dati storici dell’attività, dal numero di coperti alle spese per la merce, passando per i prodotti più richiesti dalla clientela, permettendo una comprensione onnicomprensiva dell’andamento del business e di quali sono le negatività, arrivando a “prevedere” l’andamento futuro dell’attività. Il menu engineering, infatti, è uno degli strumenti a disposizione dei titolari in ambito ristorazione: con questi strumenti si possono valutare in maniera più ponderata i piatti per il miglior menu, valutando vantaggi su costi e benefici, valutazioni basate su dati oggettivi e non su sensazioni soggettive.

“Se chiediamo qual è il prodotto più richiesto, il ristoratore risponderà probabilmente col nome del prodotto che compra di più, che non è necessariamente quello che porta maggior guadagno. Il classico esempio — spiega Fagioli — è quello dell’amaro: la sensazione errata che un determinato liquore sia il più venduto è causata dal fatto che è spesso quello più offerto gratuitamente a fine pasto, ma che non porta guadagno. L’obiettivo è sempre far star bene il cliente, senza perdere di vista gli utili”, evidenzia l’imprenditore. La soluzione proposta da Iknosys aiuta a capire quali sono i piatti sul menu che non solo non portano utili ma addirittura perdite: una valutazione obiettiva della proposta gastronomica del locale, che può giovare all’attività col miglioramento degli utili, persino il loro raddoppio in breve tempo. In parallelo, l’uso della tecnologia — stampanti, computer e palmari — supporta gli imprenditori a 360°. Grazie a sistemi interconnessi e capaci di dialogare leggendo dati e numeri, e mettendoli disponibili in tempo reale all’imprenditore grazie a delle app specifiche il lavoro degli operatori diventa sempre più semplice dando la possibilità di reagire immediatamente alle criticità. Dai palmari pensati per un uso intuitivo da parte dei camerieri, alle stampanti presenti all’interno delle cucine e nate per resistere ad alte temperature o schizzi d’olio, in questo modo l’attività quotidiana si rafforza di elementi di vantaggio unici nel loro genere, realizzati da Iknosys specificamente per il mondo della ristorazione.

www.iknosys.it

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Modifica consenso Cookie