COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale IMG SOLUTION SRL

GDPR in azienda: come essere compliant anche in era Covid

IMG SOLUTION SRL

Rafforzare le misure in tema di protezione dei dati personali: è questo uno dei nodi più importanti sollevati dall'emergenza Covid. Un aspetto che diventa cruciale nella compliance aziendale, soprattutto in vista della necessità di rispettare, allo stesso tempo, le normative e tutelare i dati personali e sensibili dei dipendenti.

In questo caso, a dare alle imprese delle linee guida molto utili, sono il Testo Unico in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e i decreti del Presidente del Consiglio, oltre al Protocollo condiviso di aggiornamento per il contrasto della diffusione del Covid-19 negli ambienti di lavoro. Oltre a questi riferimenti normativi, fondamentale è, ancora una volta, il GDPR (il Regolamento europeo sulla protezione dei dati personali), che fissa i principi da rispettare e indica esattamente che cosa fare.

Come racconta Andrea Chiozzi, CEO di PrivacyLab, “non dobbiamo cercare [le procedure NdR] chissà dove, perché nel Regolamento europeo per la protezione dei dati troviamo già tutto quello che serve, tutto quello e che è necessario per riuscire a gestire le eventuali nuove informazioni personali e gestire quei trattamenti aggiuntivi imposti dalla situazione e dalle nuove procedure organizzative che abbiamo dovuto mettere in atto.

Più nel dettaglio, il GDPR consente al titolare del trattamento – l'azienda o l'organizzazione che ha assunto il dipendente – di trattare i dati, anche sensibili, dei collaboratori, a patto di specificarne nell'informativa tempi, modi e finalità. In altre parole, prima di raccogliere o gestire qualsiasi informazione in fatto di dati personali, si è tenuti a comunicarlo, secondo le caratteristiche che il Regolamento prevede.

È bene altresì assicurarsi che i dati siano trattati in modo sicuro, che vengano adottate opportune misure di sicurezza fisiche, logiche e organizzative e che, soprattutto quando si parla di questioni inerenti all'emergenza sanitaria, venga fatta una DPIA (la valutazione d'impatto sulla protezione dei dati): la procedura che serve a valutare se un trattamento di dati personali è necessario e a determinarne la proporzionalità e i relativi rischi. L’obiettivo è stabilire misure idonee ad affrontare i rischi sui dati trattati e a minimizzarli.
 

Trattamento dei dati e covid: le inefficienze in ambito aziendale

La necessità di gestire il trattamento dei dati, in una situazione emergenziale come quella del Covid, ha fatto luce sulle inefficienze che molte aziende hanno in termini di compliance. Diverse imprese si sono ritrovate a gestire questioni relative al trattamento dei dati personali con strumenti non adeguati al GDPR, il cui utilizzo, non di rado, può condurre a possibili violazioni della norma.

Una delle proposte che oggi si è rivelata efficiente nella gestione di tutti gli adempimenti previsti dal Regolamento europeo per la protezione dei dati personali, è PrivacyLab GDPR: un servizio progettato per le aziende, per i consulenti e per i DPO, con licenze specifiche anche per le onlus e gli istituti scolastici.
 

I vantaggi di PrivacyLab GDPR per le aziende

Uno degli aspetti più interessanti di PrivacyLab GDPR è quello legato alla connettività. Il servizio, infatti, è erogato completamente in cloud ed è possibile accedervi da qualsiasi device.

L'altro grande vantaggio è la possibilità di adattarsi perfettamente a qualsiasi di realtà imprenditoriale che ne faccia richiesta, consentendo una immediata consultazione sia al personale predisposto all'accesso sia ai consulenti autorizzati.

Tuttavia, ciò che lo rende particolarmente indicato alla gestione della compliance aziendale, è la capacità di produrre documenti in modalità assistita ed automatica, sia per quanto riguarda le informative sia per quanto concerne registri dei trattamenti e DPIA: un beneficio non da poco, soprattutto se si pensa all'importanza che riveste, per le aziende, la possibilità di disporre di documenti aggiornati e immediatamente consultabili.
 

Come funziona PrivacyLab GDPR

PrivacyLab GDPR garantisce un servizio completamente su misura grazie a una struttura a moduli che, all'occorrenza, può prevedere l'integrazione di tool aggiuntivi.

Questo permette alle imprese di acquistare solo ciò che ritengono necessario, eventualmente avvalendosi di quattro tipologie di licenza d'uso. Inoltre, per far sì che le realtà interessate possano gestire al meglio ogni aspetto del servizio, è disponibile anche un corso in e-learning destinato alla formazione degli addetti al trattamento dei dati personali.

Il GDPR prevede, infatti, che dipendenti e i collaboratori che trattano dati personali in azienda o in un'organizzazione, debbano essere in possesso di nozioni tecnologiche, organizzative e legislative, per una maggiore consapevolezza sulla materia e sui rischi.

Un vantaggio molto importante anche per le aziende, che possono così trovare in PrivacyLab GDPR un punto di riferimento concreto e aggiornato per la gestione quotidiana di tutti gli adempimenti.

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale IMG SOLUTION SRL

Modifica consenso Cookie