COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Alessandro Mamerti, Mobili Brianza: “Proroga del bonus mobili, il 2021 è l’anno per rinnovare casa”

Grazie alla proroga dell’agevolazione sull’acquisto degli arredi, il cosiddetto “bonus mobili”, e l’innalzamento del tetto di spesa da 10mila a 16mila euro, il 2021 si prospetta come l’anno giusto per ridare un nuovo aspetto alla propria casa. L’agevolazione prevede una detrazione del 50% in dieci anni per chi acquista i mobili entro quest’anno, a patto che si ristrutturi almeno una parte della casa. “È un’occasione unica per chi vuole rinnovare gli arredi nella propria abitazione e, grazie ad un budget più alto, può puntare sulla qualità, scegliendo manodopera qualificata e materiali di pregio – spiega Alessandro Mamerti, titolare di Mobili Brianza, mobilificio per arredamento d’interni attivo a Roma da oltre quarant’anni, rivenditore autorizzato di marchi di qualità e specializzato nella realizzazione di arredi su misura in legno massello prodotti autonomamente nella falegnameria interna.

Un’agevolazione, quella del bonus mobili, che in alcuni casi può trasformarsi in un doppio vantaggio, quando, ad esempio, ci si po' avvalere anche del finanziamento diretto per la spesa. “La detrazione del 50% sull’acquisto di un mobile vuol dire che comprando una cucina da 16mila euro se ne posso detrarre 8mila ma, se si ha anche la possibilità di fare il finanziamento diretto presso il punto vendita, come succede da Mobili Brianza, non solo si recupera la metà del prezzo ma si può finanziare l’intero importo”.

La scelta dell’arredamento è di fondamentale importanza per creare spazi funzionali ed accoglienti, per questo per costruire la propria casa ideale non basta comprare un mobile ma bisogna considerare una serie di fattori. “Per avere una buona consulenza ed un prodotto di qualità bisogna rivolgersi a strutture dove ci sia competenza e know how, per essere sicuri di scegliere l’articolo giusto che fa per noi – sottolinea Mamerti - Il mondo dell’arredo è in continua evoluzione quindi è importante trovare persone che da anni lavorano sul campo e che ci diano delle indicazioni mirate”.

Fondamentale, dunque, è la fase della progettazione e della consulenza per arrivare poi al successo della fase costruttiva e della realizzazione dell’arredo. Ad iniziare dalla scelta e dalla qualità dei materiali, passando per il rispetto dell’ambiente. “Non bisogna trascurare l’aspetto della sicurezza perché gli arredi vanno a comporre gli ambienti nei quali viviamo – commenta Alessandro – un mobile è fatto di legno e il legname deve provenire da ambienti salubri e non contaminati e, se vengono aggiunti gli addensanti, è bene assicurarsi che i materiali siano certificati secondo le normative europee”.

Inoltre, le case non sono tutte uguali e una personalizzazione permette di sfruttare al meglio gli spazi, armonizzando i colori e gli stili degli ambienti tra di loro. “I prodotti di serie non sempre soddisfano le esigenze di chi compra, per questo spesso si cercano mobili fatti su misura – evidenzia Mamerti – noi, ad esempio, oltre ad offrire mobili di qualità standardizzati abbiamo una falegnameria all’interno della quale produciamo arredi dello stile e del colore richiesti dal cliente, consigliandogli materiali e seguendo insieme a lui il work in progress del suo mobile”.

Video Economia

Ultima ora



Vai al sito: Who's Who

Modifica consenso Cookie