COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Delta Pictures Srl

Bitcoin e criptovalute spopolano e la Cina potrebbe inaugurare quella di Stato nel 2021

Il Bitcoin ha vinto contro il Coronavirus e la Cina è vicinissima a inaugurare la moneta digitale dello stato. Ecco cosa sta succedendo e come mai le criptovalute piacciono così tanto.

L’investimento in Bitcoin e in generale in criptovalute sta trovando grande successo negli ultimi anni, la sicurezza dell’impegno economico e l’efficienza della moneta digitale ha incantato imprenditori e privati di tutto il mondo e non solo, anche gli stati stanno pensando di farla diventare moneta di stato come la Cina.

Ma questa fiducia è ben riposta? Cosa sono le criptovalute? Scopriamolo insieme.

Bitcoin: cosa sono e perché hanno retto al Covid-19

Il Bitcoin è una delle più famose monete virtuali o criptovalute, creata nel 2009 a tiratura limitata da un gruppo di hacker che si facevano chiamare Satoshi Nakamoto. La forza di questa moneta digitale è il principio: che non si basa su una più o meno solida Banca Centrale ma sul fatto che viene gestita da un gruppo di pc principali, che la distribuiscono in modalità peer-to-peer e un buon sistema di crittografia che rende sicure e valida le transazioni tra i possessori della criptovaluta. Per acquistare Bitcoin bisogna aprire un portafoglio virtuale e su questo iniziare a versare moneta.

Questo tipo di denaro digitale ha molti pro e contro, molti lo definiscono come un nuovo bene rifugio, da paragonare quasi all’oro, ma tanti altri invece sono scettici a causa delle oscillazioni a cui è soggetto.

Tuttavia sembra che il Bitcoin sia riuscito a vincere un’insidiosa e dura battaglia che lo rende, agli occhi del mondo, più stabile di quanto si pensasse. Nel periodo della pandemia da Covid-19, la criptovaluta è si scesa di circa il 50% nel mese più difficile dall’inizio della pandemia (marzo 2020), ma nel post Covid i dati sembrano proprio andare dalla parte della moneta virtuale. Ha registrato una crescita più forte di qualsiasi azione azionaria, ha superato persino l’oro.

Criptovalute: l’attesa della moneta digitale in Cina

È da qualche tempo che se ne parla, ma l’attesa di una moneta digitale ufficiale per lo Stato Cinese sembra che sia quasi terminata. A fine 2019, prima dell’insorgere del virus, la Banca Centrale cinese è partita con un primo test per valutare l’impatto di una moneta virtuale. Non sono noti i risultati ottenuti la moneta digitale di Stato potrebbe uscire molto prima delle olimpiadi di Pechino del 2022: alcuni esperti parlano addirittura dell’inaugurazione ufficiale del nuovo Yuan digitale per il 2021.

 

Il commercio cinese viaggia ormai da tempo quasi interamente sul digitare, le banconote si vedono sempre meno, ed è per questo che il Paese ha iniziato a ipotizzare con sempre più certezze l’utilizzo di un nuovo modo di pagare e di guardare al denaro e alla ricchezza. I prossimi anni saranno quelli decisivi e forse, dopo di loro, altri Stati decideranno di convertirsi definitivamente al mondo virtuale.

Queste e altre criptovalute news non aspettano che essere scoperte e venire alla luce, ma diciamo che pare sia un investimento in crescita, che difficilmente si arresterà nel breve periodo.

 

Video Economia



Vai al sito: Who's Who

Modifica consenso Cookie