COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

SalvaCasa: società benefit innovativa conclude primo aumento di capitale da oltre un milione

Si chiama SalvaCasa, è una società benefit innovativa dedita a risolvere problemi di pignoramento immobiliare, e in soli sette mesi ha chiuso il suo aumento di capitale con il 100% di adesioni. Nata la scorsa estate, nella prima assemblea straordinaria del 18 luglio 2019 si era prefissata di raggiungere entro il 29 febbraio 2020 un obiettivo preciso, e lo ha raggiunto: una sottoscrizione di aumento di capitale con relativo sovrapprezzo di 1,08 milioni di euro su una valorizzazione pari a 12 milioni. SalvaCasa ha attratto 40 persone e società, che hanno sottoscritto 72 quote da 15 mila euro e relativi multipli. Perché gli investitori hanno accolto questa startup con così tanto entusiasmo?

SalvaCasa nasce da un’idea di Cesare Rosati, investitore e imprenditore da oltre dieci anni, che si è posto l’obiettivo di aiutare le persone sconvolte dal problema del pignoramento immobiliare, destinate a perdere la casa all’asta. In tutti questi anni, Rosati ha incontrato centinaia di debitori e creditori, e ha analizzato il loro problema: vendendo un immobile all’asta, molti debitori non riescono a saldare interamente il loro debito, per cui i creditori possono rifarsi su altri beni immobili, sul loro stipendio, sulla loro pensione o su eventuali garanti, portandoli in una situazione ancor più drammatica; per i creditori, dall’altro lato, spesso un’asta non è sufficiente al recupero del loro credito, perché qui, di fatto, gli immobili vengono svenduti. Questo comporta per loro un allungamento di tempi e di spese giudiziarie. Rosati ha quindi trovato la soluzione per entrambe le parti: acquistare le case pignorate prima della loro vendita forzata all’asta, trattare con i creditori e saldare il debito, cancellare interamente i debiti degli esecutati e ripulire la loro fedina finanziaria, riconoscendo a questi ultimi un compenso in denaro che consente loro di ricominciare una nuova vita.

Così il fondatore Rosati: «Il team di SalvaCasa è formato da professionisti con esperienza pluriennale, esperti del settore immobiliare e della gestione delle sofferenze bancarie. Risolvendo enormi problemi, generiamo profitti importanti, riqualificando e rivendendo gli immobili acquistati per ROI del 42% netto minimo. Negli ultimi cinque anni, i pignoramenti immobiliari hanno coinvolto almeno 1,2 milioni di italiani. Il pignoramento è il dramma di questo decennio, e le previsioni per il futuro non dicono nulla di buono: le persone da aiutare e le case da salvare aumentano di giorno in giorno. Parallelamente, aumenta il numero delle compravendite immobiliari (+42,72% dal 2013 al 2018). SalvaCasa si inserisce dunque in un mercato dinamico, posizionandosi come punto di riferimento unico nel suo genere. Gli investitori hanno reputato molto interessante questa realtà e le sue prospettive, e sono stati anche colpiti dalle finalità etiche del progetto, a partire dall’approccio che adottiamo nei confronti dei debitori e dall’organizzazione del nostro lavoro».

SalvaCasa sostiene chi è in difficoltà a cominciare dall’educazione sulla propria situazione. I debitori, per iniziare, hanno infatti la possibilità di valutare autonomamente e gratuitamente il valore dei propri immobili pignorati attraverso il software valutacasapignorata.it, ideato dallo stesso Rosati e messo a punto dal suo pool di programmatori. Questo strumento è offerto al cliente al fine di educarlo e renderlo consapevole della propria posizione. «L’aiuto che SalvaCasa dà alle persone – spiega Rosati – parte proprio da qui: dal renderle consapevoli della situazione in cui si trovano, per offrire loro le possibili soluzioni. Su un argomento così delicato come il pignoramento girano purtroppo fandonie e false credenze, alimentate da approfittatori o figure poco preparate. SalvaCasa si pone invece con estrema trasparenza nei confronti delle persone che le si rivolgono, che sono spesso persone, a ragione, molto diffidenti. Ci sta a cuore, innanzitutto, che i debitori capiscano perfettamente cosa sta succedendo loro, per renderli in grado di scegliere il meglio per il loro presente e il loro futuro».

Rosati si occupa personalmente della formazione e dell’aggiornamento dei suoi collaboratori, operativi in tutta Italia, ai quali trasmette il suo metodo T.E.S.T.A, che consente di arginare i rischi e massimizzare i profitti degli investimenti nel minor tempo, con ROI del 42% netto minimo. Il suo team, in costante crescita, è formato da investitori e procacciatori di investimenti immobiliari. La software house del giovane imprenditore sta sviluppando un applicativo che permetterà presto a procacciatori e investitori di interfacciarsi ancor più agevolmente e rapidamente, consentendo ai primi di segnalare le operazioni condividendo business plan e altri documenti utili, e ai secondi di valutare le operazioni, decidere se investirvi e monitorare costantemente l’avanzamento dell’investimento.

Il riscontro positivo che l’azienda ha avuto presso gli investitori è una conferma della solidità del progetto e della struttura messa in piedi da Rosati, che commenta questo successo: «Il 29 febbraio abbiamo raggiunto solo il primo degli obiettivi che ci siamo prefissati. Il meglio deve ancora venire, e ci saranno nuove opportunità per nuovi investitori».

Video Economia



Vai al sito: Who's Who

Modifica consenso Cookie