Press Release

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Vico 51 Bistrot, da antica chiesetta a cucina gourmet tra i vicoli cinquecenteschi di Grottaglie

Pagine Sì! SpA

Unire l’amore per la storia della propria terra ai sapori genuini del suo mare e della sua agricoltura, questi i concetti che hanno spinto Sandra De Mitri e Maurizio Agrusta ad aprire un carinissimo Bistrot in una ex chiesetta del cinquecento a Grottaglie, la famosa Città delle Ceramiche nella provincia di Taranto.

Passeggiare negli antichi vicoli del centro storico di Grottaglie è davvero molto suggestivo, si incontrano squarci di storia che paiono rivivere tra quelle pietre. Il locale che oggi è Vico 51 Bistrot fu, tra il cinquecento ed il seicento, parte del palazzo di una nobile famiglia Grottagliese, dove fu poi allestita una Cappella officiante messe, con un interessante affresco dell’epoca ancora in parte visibile nel ristorante oggi.

In questo scenario quasi incantato si svolge l’opera dello chef di Vico 51, Pierluigi Massimilla. Spinto dalla stessa passione di Sandra e Maurizio, il giovane e rampante cuoco tarantino, dopo un periodo di studi, sperimentazioni ed evoluzioni enogastronomiche a Milano, torna nella sua Puglia per “creare” profumi e sapori con i “preziosi” ingredienti del territorio.

Per quanto mi affascini qualsiasi tipo di cucina – spiega Pierluigi - da Vico 51 voglio letteralmente giocare con consistenze e territorio, proponendo ai nostri ospiti piatti semplici, autentici, con il mio twist, che magari proviene da un aroma della mia infanzia o un’esperienza che ha lasciato il segno. Penso che un utilizzo sapiente delle spezie e l’attenzione alla materia prima locale siano aspetti sovente trascurati: non sempre occorrono dieci o più sapori in un piatto, e quasi sempre il miglior ingrediente è quello “dietro casa”, basta cercarlo. Gli Inglesi userebbero solo tre parole: less is more.

Da questa attenzione (al limite del maniacale, la definisce) di Pierluigi Massimilla per la materia prima è nato anche il suo progetto digitale NonSoloVino, un’enoteca online in collaborazione con due amici e soci di grande talento.

In NonSoloVino i 3 amici hanno riposto mesi di lavoro estenuante nel cercare piccole cantine d’eccezione ed eccellenze gastronomiche del territorio Pugliese, “ il tutto all’insegna della più attenta sostenibilità ambientale, dal packaging alla spedizione ” tiene a precisare Massimilla.

Storia e passione sono ingredienti importanti della buona cucina di oggi e, come dice Ratatouille: il buon cibo trova sempre coloro che amano cucinare!

 

Photo credits Gino Tafuto

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Modifica consenso Cookie