COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale LBI

>Il lockdown fa riscoprire agli italiani le eccellenze pugliesi

LBI

Milano, 23 marzo 2021

Il settore agroalimentare, in particolare quello delle eccellenze, è stato uno dei più colpiti dalla crisi. Le restrizioni imposte agli spostamenti e, quindi, l’inevitabile calo del turismo, hanno fiaccato le numerose piccole imprese locali del settore. Dati poco edificanti arrivano proprio dalla Puglia, regione che – secondo i rilievi di Coldiretti – ha molto risentito della mancanza di turismo internazionale. 

A pesare sui bilanci del settore enogastronomico anche un calo dell’export per via della conseguente crisi economica, con molte fatture rimaste ancora insolute. La domanda, però, si è rimodulata abbastanza velocemente. Avendo molto più tempo a disposizione e rivolgendo lo sguardo tra le eccellenze nazionali, gli italiani hanno iniziato a privilegiare industrie locali e aziende agricole tradizionali, risollevando un settore in difficoltà.

Il boom degli e-commerce di prodotti pugliesi

Come, però, mettere in contatto clienti sparsi per il Paese e piccoli produttori? Il Made in Puglia è stato fortemente spinto anche da e-commerce che propongono specialità locali, tra cui, ad esempio, maninpasta.shop

Maninpasta propone agli utenti una vera e propria vetrina della cultura pugliese, vendendo non solo vino, oli e prodotti del territorio, ma anche artigianato locale e originali idee regalo. L’intermediazione permette dunque di far fiorire aziende del territorio, fortemente penalizzate da quel calo di presenze accusato nel 2020 e nei primi mesi del 2021.

La digitalizzazione, nonostante sia in una fase “work in progress”, è riuscita a permeare bene le varie realtà del settore, risultando un plus aggiuntivo capace di fornire uno spiraglio alla crisi economica. Se gli e-commerce sono stati al centro di questa nuova rivoluzione, è possibile dire che un prodotto in particolare ha trainato il settore nella difficile attualità: il vino. 

Il vino traina il settore

In attesa del rilancio di istanze globali, e quindi di una nuova diffusione del Made in Italy, sono incoraggianti le statistiche che vedono gli italiani sempre più interessati a riscoprire i prodotti della tradizione. Il vino è un esempio molto interessante: tra tutte le specialità agroalimentari, gli italiani tendono ad essere totalmente patriottici per quanto riguarda il vino. 

A crescere, infatti, sono eccellenze come il Primitivo Pugliese e il Negroamaro: nella classifica stilata da Coldiretti sul consumo di vino nelle prime quattro posizioni figurano ben due vini pugliesi. Un segnale da non trascurare, se si considera che il 2019 ha visto la regione come avanguardia per gli IGT. Le vendite di vini pugliesi a marchio Indicazione Geografica Protetta erano incrementate di ben 142 milioni di euro, numeri trainati dalla provincia di Taranto, patria del Primitivo di Manduria. 

Per maggiori informazioni visita il sito: maninpasta.shop

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale LBI

Modifica consenso Cookie