Press Release

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Healthy Habits, il rivoluzionario metodo di David Mariani per il cambiamento sostenibile

Pagine Sì! SpA

Sono oltre il 90% i manager di tutto il mondo che nel corso della loro carriera vengono colpiti dal “burn out”, ossia lo stress da lavoro, che influenza pesantemente lo stato di salute. Lo rivelano i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, secondo i quali negli Stati Uniti 1 impiegato su 4 dichiara di soffrirne, mentre in Europa i numeri non sono molto diversi. “Oggi le persone sono esposte ad uno stress mentale molto forte, notevolmente maggiore rispetto a quello a cui eravamo abituati fino a qualche decennio fa - spiega David Mariani, esperto di stili di vita e specializzato nella riattivazione dei sedentari. - Questo genera per reazione  una serie di comportamenti che si ripercuotono negativamente sulla salute”. Una soluzione però esiste e arriva proprio dall’Italia, dove per la prima volta è stato messo a punto un metodo su basi scientifiche , utile a contrastare gli effetti che portano al “burn out” e ad altre patologie. Si chiama Healthy  Habits, ideato da David Mariani e dal suo staff , ed è un uno strumento pensato per compensare e ridurre  gli effetti negativi dello stress grazie al riequilibrio  della chimica organica. “Questo metodo è stato sviluppato in oltre 40 anni di studi, osservazioni e verifiche sul campo, insieme a centinaia di medici, psicologi, nutrizionisti ed altri professionisti del mondo della salute e del fitness - commenta Mariani. - Si basa su quattro pilastri, considerati decisivi per la salute dalla comunità scientifica internazionale : attività fisica, corretta alimentazione, ambiente e relazioni.

La metodologia mette a sistema le più recenti acquisizioni della ricerca scientifica unite allo studio antropologico, mettendo a disposizione strumenti concreti per la prevenzione primaria.

Ribalta i paradigmi esistenti partendo dall’individuazione della motivazione esistente  nella persona, amplificandola con un percorso di self empowerment, sfruttando doti naturalmente possedute dall’essere umano per motivi evolutivi come la capacità di ascolto dei messaggi dell’organismo.”. Il metodo, spiega Mariani, non prevede  imposizioni o divieti ma al contrario si fonda sulla totale auto determinazione del percorso di cambiamento grazie all’acquisizione di nuova consapevolezza, strumento utile a qualunque età della vita. “L’esperienza e la ricerca scientifica ci insegnano  che quando subiamo delle “imposizioni” o chiediamo alle persone di migliorare i “propri punti deboli ” la  mente le accetta mal volentieri attivando  una reazione ormonale che peggiora le nostre capacità cognitive e la nostra disponibilità al cambiamento.

Questo è stato confermato anche dalle recentissime review di Harvard Business School relative alla formazione in azienda.  Per questo con il progetto Healthy Habits vogliamo indicare un percorso nuovo , affinché i  comportamenti sani ritornino automatici e naturali come previsto dal nostro codice evolutivo, con tutti i vantaggi che questo comporta per la socialità e il miglioramento dei bilanci di aziende e comunità. Healthy Habits è una leva formidabile  per la formazione di personale aziendale e  sociosanitario, in grado di fornire strumenti metodologici innovativi e interdisciplinari per il miglioramento delle abitudini personali della popolazione. “Lo scopo - conclude Mariani - è inserire in ogni azienda e in ogni città almeno un healthy habits manager, figura in grado di diffondere strategie efficaci per la salute preventiva e un cambiamento sostenibile, con vantaggi sulla resilienza della città e dei cittadini.

Archiviato in


Modifica consenso Cookie