COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Ecomediterranea srl: ferro, acciaio, plastica e legno riacquistano nuova vita

Pagine Sì! SpA

Nei circa 6500 metri quadrati dell'impianto di Marcellinara, in provincia di Catanzaro, arrivano barattoli per conserve, scatolette, lattine per olio, bombolette, coperchi e tappi ed escono, dopo un'accurata raffinazione, prodotti da rilavorare nelle acciaierie. E' questo uno dei numerosi servizi offerti dalla Ecomediterranea srl, nata nel 2006 dall'esperienza nella gestione dei rottami e degli scarti metallici e ferrosi del socio fondatore Angelo Mancuso.

“Da struttura per le autodemolizioni – osserva il titolare Angelo Mancuso – l'azienda ha ampliato sempre di più i servizi offerti, nel nome del riciclo e della tutela dell'ambiente. Oggi ci occupiamo di recupero di metalli ferrosi e metallici all'interno del Consorzio Ricrea, di recupero di rifiuti ingombranti presso i Comuni, di rivalorizzazione di scarti di legno, per la Piattaforma Rilegno, e di plastica, intermediazione e trasporto di rifiuti. All'interno dei nostri due capannoni, inoltre, lavoriamo materiali non ferrosi  come ottone e rame per ridare loro una nuova vita e abbiamo un commercio all'ingrosso di rottami ferrosi e non, oltre ad una vendita di autoricambi provenienti da rottamazione”.

Ciò che fa da collante per tutte queste attività è l'attenzione all'ambiente, imperativo sempre più pressante nella società di oggi. “La tutela dell'ambiente – puntualizza Danilo Allegro, responsabile tecnico commerciale di Ecomediterranea srl – impone regole molto rigide da rispettare e un costante aggiornamento per essere sempre al passo con leggi e normative. Ovviamente abbiamo ottenuto tutte le certificazioni  e le autorizzazioni necessarie a trattare materiale così delicato”.

Fondamentali sono anche gli investimenti sulle strutture e su attrezzature all'avanguardia, oltre ai costanti controlli analitici, compreso il rilevamento radioattivo nelle aree di stoccaggio.

L'area di competenza di Ecomediterranea è il territorio calabrese ma i prodotti vengono trasportati anche nelle acciaierie della Sicilia e della Basilicata o nelle aziende che lavorano metalli a Roma, Bergamo, Brescia.

 

 

 

 

Archiviato in


Modifica consenso Cookie