PMI

  1. ANSA.it
  2. Pianeta Camere (di commercio)
  3. Camera Marche porta Internet Governance Forum Italia in autunno

Camera Marche porta Internet Governance Forum Italia in autunno

Si terrà in autunno. Misure per stimolare digitalizzazione

(ANSA) - ANCONA, 14 MAG - Si svolgerà in autunno nelle Marche la prossima edizione di Internet Governance Forum Italia, l'appuntamento istituito dall'Onu quale punto di riferimento per la discussione mondiale del ruolo della governance di internet.
    Lo ha annunciato oggi il presidente della Camera di Commercio delle Marche Gino Sabatini alla presentazione dello studio curato dall'ente camerale e dal sistema accademico marchigiano sui nuovi modelli di business e competitività delle imprese.
    All'incontro ha preso parte l'on. Mattia Fantinati che di Internet Governance Forum è presidente e ha spiegato come le Marche costituiscano un laboratorio ideale di per lo sviluppo di soluzioni innovative vista la forte presenza di di micro e piccole imprese. "Camera di Commercio, Regione Marche, sistema delle Associazioni di categoria, in stretta collaborazione con il sistema Universitario, devono presentarsi come fronte unito a salvaguardia del nostro sistema produttivo già profondamente in difficoltà per le recentissime ed attuali contingenze", ha detto Sabatini. Dallo studio, presentato dai docenti di Università di Camerino, Università di Macerata e Università di Urbino cooordinate da Università Politecnica delle Marche emerge che le Marche, nel contesto nazionale, risultano tra le regioni più arretrate sotto il profilo della trafsormazione digitale.
    Accanto allo studio, sono state presentate alcune misure concrete come il Bando voucher, 860mila, cofinanziato dalla Regione Marche, per le Pmi. Il vicepresidente della Regione Marche e assessore allo Sviluppo Economico Mirco Carloni ha sottolineato l'importanza dell'accelerazione digitale delle imprese e presentato le nuove misure sul digitale: la prima riguarda la digitalizzazione dei processi produttivi e prevede uno stanziamento di 4 milioni e 200mila euro, di cui 2milioni e mezzo sono riservati alle imprese dell'area sisma. La seconda si riferisce alla digitalizzazione nella funzione di vendita e nella diversificazione dei mercati, sia quelli di sbocco che di approvvigionamento. Stanziati 2 milioni di euro, di cui la metà riservata alle imprese del cratere. Per entrambe le misure una maggiorazione di punteggio è riservata alle imprese che hanno subito danni nel fatturato connessi alla crisi russo-ucraina.
    "Obiettivo - ha spiegato Carloni - è fare delle Marche un luogo dove è facile e competitivo fare start up, magari risiedendo in collina, ben serviti e connessi da banda ultra larga. Più di tutto serve diffusione di cultura digitale in considerazione del fatto che abbiamo un tessuto economico fatto di micro imprese, legate spesso a manualità e procedure artigianali dove l'innovazione è vista come elemento estraneo e non necessario".
    Le domande possono essere inviate dal 16 di maggio al 30 giugno, piattaforma informatica Sigef. Info sul sito regione.marche.it.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni

Modifica consenso Cookie