PMI

Imprese umbre investono in digital marketing

Cresciute del 17 per cento rispetto al periodo pre Covid

(ANSA) - PERUGIA, 31 AGO - Gli investimenti strategici in digital marketing delle imprese umbre sono cresciuti dal quinquennio pre-covid (2015-2019) al 2020, di 17 punti percentuali, dal 24,8% al 41,7%. Lo rileva la Camera di commercio secondo la quale pandemia e lockdown hanno spinto gli italiani a confrontarsi, "come mai prima, con Internet e il mondo online. Tanto da stimolare le imprese ad accelerare verso processi di trasformazione digitale capaci di creare un nuovo modo di lavorare, interagire e di fare business. Modificando, forse per sempre, le aspettative e i comportamenti dei consumatori".
    Sulla scorta dei dati Excelsior-Unioncamere la Camera di commercio dell'Umbria - si legge in una sua nota - ha compiuto un'analisi approfondita, a livello regionale, sull'entità di investimenti strategici in digital marketing delle imprese, ossia la quota di esse che hanno dichiarato di aver investito "molto" e "moltissimo" in questa innovazione di business. "Ne sono uscite risposte molto interessanti" ha rilevato il presidente della Camera di commercio, Giorgio Mencaroni. "Le imprese umbre che dal quinquennio pre-covid 2015-2019 al 2020 hanno dichiarato di aver investito 'molto o moltissimo' in digital marketing (cioè investimenti per l'utilizzo di canali/strumenti digitali per la promozione e vendita dei prodotti/servizi) - aggiunge -, sono passate dal 24,8% 41,7%.
    Una crescita notevole, di 17 punti percentuali".
    Analizzando il fenomeno degli investimenti strategici in digital marketing per settori di attività, in Umbria il 44,5% delle imprese dei servizi nel 2020 ha fatto investimenti di importanza medio-alta, a fronte del 27,6% del 2015-2019: + 17%.
    Nell'Industria la percentuale si attesta al 34,3% nel 2020, a fronte del 16,8% del periodo precedente, anche in questo caso la crescita è pari a 17 punti percentuali.
    All' interno del settore dei Servizi, viene sottolineato che al primo posto nel 2020 per questo tipo di investimenti strategici ci sono i servizi finanziari e assicurativi, con il 68% delle imprese, a fronte del precedente 56%, in crescita del 12%, seguono i servizi informatici e telecomunicazioni con il 61,3%, rispetto al 33,5% del periodo pre-covid, con un balzo di quasi 28 punti percentuali.
    Nel settore industriale al primo posto le altre industrie manifatturiere con il 53,7% delle imprese che hanno investito nel digital marketing nel corso del 2020, a fronte del precedente 21,9%: addirittura + 32%. Seguono le industrie di fabbricazione di macchinari e mezzi di trasporto con il 36,7% del 2020, rispetto al 9,4%, in salita di 27 punti. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni

Modifica consenso Cookie