PMI

Torna a crescere produzione in Piemonte, +5% nel trimestre

Indagine congiunturale di Unioncamere con Intesa e Unicredit

(ANSA) - TORINO, 26 MAG - Nel periodo gennaio-marzo 2021 torna il segno più per la produzione manifatturiera piemontese.
    La crescita è del 5% rispetto all'analogo periodo dell'anno precedente, grazie ai risultati positivi evidenziati dalla maggior parte dei settori e delle province. Lo dice l'indagine congiunturale di Unioncamere con Intesa Sanpaolo e Unicredit.
    "Il Piemonte ha le carte in regola per affrontare con coraggio e capacità di innovazione questo 2021. Le imprese hanno fatto e stanno facendo del loro meglio, ma noi dobbiamo aiutarle. Ora, nuovamente e con più forza, spetta all'intero mondo istituzionale dare una risposta concreta e ampia ai vari settori: dal turismo al commercio, all'artigianato e all'agricoltura, grazie anche alle risorse che l'Europa metterà a disposizione" commenta il presidente di Unioncamere Piemonte, Gian Paolo Coscia Il fatturato registra un aumento del 6,2% sul primo trimestre 2020, grazie soprattutto al trend positivo a doppia cifra dei metalli e dei mezzi di trasporto. Il fatturato estero cresce del 3,1%, sostenuto dal ritmo espansivo dei metalli e dell'elettricità ed elettronica. Sul fronte degli ordinativi, lo sviluppo sul mercato interno si attesta al +5,4% grazie alla crescita del 16,1% registrata dai mezzi di trasporto. Il grado di utilizzo degli impianti si attesta al 64,2%, ovviamente superiore al 57,0% del I trimestre 2020, ma ancora inferiore rispetto al 66,2% del I trimestre 2019. Sono in ripresa tutti i comparti a eccezione del tessile e abbigliamento (-4,6%) e dell'alimentare (-1.9%). I metalli segnano l'incremento più elevato (+11,4%), seguiti dai mezzi di trasporto (+7,8%).
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni

Modifica consenso Cookie