Industria: Veneto, produzione rallenta nel 2019 (+1,3%)

Indagine Unioncamere, 'si galleggia attorno a stagnazione'

(ANSA) - TREVISO, 18 FEB - La produzione industriale nel Veneto ha fatto marcare un aumento dell'1,3% nel 2019, in contrazione rispetto al +3,2% dell'anno precedente e del +4% del 2017, con un incremento nel quarto trimestre di 0,3 punti sullo stesso periodo del 2018.
    E' uno dei dati contenuti nell'analisi congiunturale di Unioncamere Veneto, illustrata oggi a Treviso dal presidente, Mario Pozza, e dal presidente dell'Osservatorio economico di Treviso e Belluno, Domenico Dal Bo.
    "Nell'ultima parte dell'anno - ha rilevato Pozza - la produzione è rallentata al punto di galleggiare attorno alla stagnazione, fenomeno che riguarda in prima battuta le realtà medio-grandi, che sono le più esposte alle flessioni dell'economia globale (-0,4% la produzione e -0,8% il fatturato). Tiene invece la piccola impresa, più capace di adattamenti ai contesti mutevoli (+1,9% e +2%). Nella manifattura - ha aggiunto - il segmento più penalizzato è il tessile, abbigliamento, calzature, mentre ad esprimere le prestazioni migliori sono l'alimentare e l'arredo".
    A zavorrare l'andamento degli indicatori regionali, secondo l'indagine, è soprattutto la contrazione della domanda estera, con ordini che nel 2019 sono cresciuti appena di un punto contro il 2,7% rilevato a fine 2018, mentre il fatturato non va oltre il +0,9% che si confronta con i +4,4 punti di dodici mesi prima.
    Sullo scenario internazionale, viene infine sottolineato, insistono "molti elementi di incertezza (guerra del dazi fra Usa e Cina, tensioni in Medio Oriente, le incertezze collegate alla Brexit), a cui si aggiungerà lo choc con ramificazioni globali non ancora misurabili che potrebbe avere il Coronavirus".
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni

Modifica consenso Cookie