Piemonte

Confindustria: nel consiglio generale due piemontesi

Rappresentano Piccola Industria per il biennio 2021-2023

(ANSA) - TORINO, 12 MAG - Gabriella Marchioni Bocca e Nicolò Zumaglini, rispettivamente presidente e vice presidente della Piccola Industria di Confindustria Piemonte, sono stati nominati rappresentanti di Piccola Industria nazionale nel Consiglio Generale di Confindustria per il biennio 2021-2023.
    "In questo periodo così complesso per il nostro tessuto manifatturiero è fondamentale che tutte le categorie economiche si concentrino sul raggiungimento di obiettivi comuni. Sono certa che i delegati del Consiglio Generale sapranno elaborare le giuste azioni strategiche di medio e lungo periodo e ricreare le condizioni favorevoli alla ripresa del Paese", commenta Bocca. "La 'Piccola' ce l'ho nel cuore da sempre, mi ha accompagnato nel mio impegno all'interno di Unione Industriale Biellese e del sistema confindustriale. Sono convinto che la voce dei territori, e delle piccole e medie imprese che costituiscono la maggior parte del nostro tessuto manifatturiero, sia preziosa per il confronto all'interno di Confindustria" dice Zumaglini.
    Gabriella Marchioni Bocca, 56 anni, è amministratore delegato della Lamebo, con sede a Leinì (Torino), azienda metalmeccanica, maggior produttrice italiana di lame a spaccare per concerie, calzaturifici, pellicceria.
    Biellese, Nicolò Zumaglini parteciperà anche al Consiglio Centrale della Piccola Industria nazionale. È il rappresentante della Piccola Industria nel Consiglio Generale dell'Unione Industriale Biellese. Riveste anche la carica di presidente di Crab Medicina e Ambiente, società che eroga servizi organizzati ed integrati in ambito di sicurezza dei luoghi di lavoro e impatto ambientale esterno. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie