Corteo 1 maggio No Tav e centri sociali, 150 identificati

Hanno violato norme anti-Covid,alcuni denunciati per resistenza

(ANSA) - TORINO, 01 MAG - Sono 150 i manifestati identificati dalla Digos della Questura di Torino per aver partecipato al corteo di No Tav e antagonisti che, questa mattina per il Primo Maggio, da piazza Vittorio ha percorso via Po raggiungendo piazza Castello. A quanto si apprende gli identificati saranno sanzionati per violazione delle norme anti-Covid, mentre verrà denunciato per resistenza chi ha partecipato agli scontri con le forze dell'ordine in piazza nel tentativo di raggiungere Palazzo di Città.
    A fine corteo, inoltre, per il Primo maggio, c'è stato un fitto lancio di uova contro il fast food McDonald's in via Sant'Ottavio, nei pressi di Palazzo Nuovo, sede delle facoltà umanistiche. Un'azione contro la multinazionale spesso finita nel mirino dei contestatori vicini ai centri sociali, più di una volta proprio nel giorno della Festa dei Lavoratori. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie