Vaccini, campagna prenotazioni 60-69 parte in salita

Fino a metà mattina sistema in tilt. Polemiche da opposizioni

(ANSA) - TORINO, 08 APR - Partenza al rallentatore oggi in Piemonte per le prenotazioni delle vaccinazioni anti-Covid nella fascia di età 60-69. Fin dopo le 11 non è stato possibile compilare la pre-adesione sul portale ilPiemontetivaccina.it All'avvio il sistema informatico è andato in tilt, a quanto sembra per un problema di sovraccarico di accessi. Per un breve periodo la prenotazione è parsa possibile ma non era disponibile il campo con la fascia d'età 60-69, dopo quelli relativi a codice fiscale e numero della tessera sanitaria. Poi anche quella parte è scomparsa, fino all'attivazione dopo le 11. In apertura di portale è sempre stato annunciato che il servizio sarebbe stato disponibile "nella mattinata" . "Abbiamo tempestivamente segnalato il problema al Csi (Consorzio per il sistema informativo, ndr) - dicono dall'assessorato alla Sanità - e a metà mattina era già tutto risolto".
    Il caso è stato sollevato dalle opposizioni di centrosinistra: "Siamo stati sommersi dalle segnalazioni di persone appartenenti alla fascia d'età 60-69 che hanno tentato invano di aderire alla campagna di vaccinazione - spiega il capogruppo di LuV, Marco Grimaldi - Vogliamo capire perché la vaccinazione in Piemonte, partita bene, sta proseguendo malissimo".
    Il segretario regionale del Pd Paolo Furia, con il capogruppo Dem in Regione Raffaele Gallo, parlano di "nuove aspettative disattese" chiedendo "perché il sistema non era pronto ad accogliere le prenotazioni della fascia di età 60-69, dal momento che l'8 aprile era la data annunciata dalla Regione per l'avvio delle preiscrizioni". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie