Livermore, da Scala a Baretti importante curare spirito

Teatro torinese apre stasera stagione in streaming

(ANSA) - TORINO, 10 DIC - "Che sia la prima della Scala sulla tv pubblica, o l'inaugurazione di un piccolo e combattente teatro, il Baretti, in un quartiere torinese fino a pochi anni fa ritenuto 'pericoloso', San Salvario, l'importante è curare lo spirito. Perché fare teatro è un po' come fare politica, riguarda la natura umana". Lo dice Davide Livermore, regista della prima della Scala di due giorni fa su Rai1 e direttore onorario del Baretti, teatro che lui stesso contribuì a far nascere 20 anni fa e che stasera apre la stagione in streaming con 'La forza nascosta'.
    Lo spettacolo è nato dall'interazione di un gruppo di ricercatrici fisiche, storiche e teatrali ed è mirato a celebrare il contributo femminile alla Scienza. Tra loro anche ricercatrici dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e dell'Università di Torino, come Naia Pastrone. "Non volevamo celebrare nomi noti come Curie o Hack - dice Pastrone - ma donne straordinarie di scienze poco o per nulla conosciute, che hanno dato tantissimo alla scienza con le loro scoperte".
    "Lo spettacolo - dice Rosa Mogliasso, direttore artistico del Baretti - mette al centro le scoperte e le vite di grandi donne di scienza del '900, ma anche il valore della scienza stessa, luogo di rispetto e di civile convivenza". Precede lo spettacolo una lezione dal titolo 'L' Universo nascosto e le sue forze'.
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie