Covid: Cirio, l'ordinanza di Speranza ci responsabilizza

Verso un Natale normale, ma di una nuova normalità

(ANSA) - TORINO, 20 NOV - Quella emanata oggi dal ministro della Salute, Roberto Speranza, "è un'ordinanza che ci aspettavamo, che non spegne le luci dell'uscita dalla zona rossa, ma che nello stesso tempo ci responsabilizza, giorno per giorno, con grande prudenza e senso di condivisione di questo percorso che ci può portare a vivere un Natale normale, ma di una nuova normalità che ci permetta di stabilizzare il risultato raggiunto". A dirlo il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio a margine della conferenza stampa sui vaccini.
    "L'ordinanza - precisa Cirio - fa salva la possibilità di anticipare la data nel momento in cui ci siano le condizioni per passare in zona arancione, il che vuol dire che il 27 novembre saremo nuovamente valutati e se i nostri numeri saranno confermati nella zona arancione, come lo sono questa settimana, si potrà passare". L'uscita dalla zona rossa, ammonisce però il presidente, "non sarà una promozione per cui si va in vacanza come alla fine della scuola, sarà un passaggio che va vissuto con grande senso di responsabilità. Ed è il motivo per cui insieme ai nostri epidemiologi stiamo lavorando perché, pur cambiando colore e riaprendo ciò che è necessario riaprire, si possa individuare un meccanismo di vita sociale, di relazioni, di vivere il Natale che ci permetta di stabilizzare il dato del contagio. Non possiamo permetterci - conclude - di vivere un Natale come si è vissuta l'estate, perché vorrebbe dire a gennaio o febbraio ricadere in questa situazione emergenziale attraverso un meccanismo di stop and go che riuscirebbe a uccidere tutte le aziende che oggi a fatica stanno cercando in qualche modo di affrontare anche questo lockdown". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie