Sentenza prima difesa non fu reato

L'episodio lo scorso dicembre ad Asti

(ANSA) - ASTI, 03 AGO - Pronunciare la condanna a 11 anni nei confronti di un uomo accusato di violenza sessuale sulla figlia fu "un macroscopico errore", ma non un reato. Lo ha stabilito la procura di Milano, che ha chiesto e ottenuto l'archiviazione nei confronti del giudice Roberto Amerio per l'episodio avvenuto nel dicembre scorso al Tribunale di Asti. Lo si è appreso in ambienti giudiziari astigiani.
    Amerio, che una volta accortosi dell'errore aveva stracciato la sentenza, era accusato di falso. Reato ritenuto dai giudici di Milano irrilevante. Americo, che nel frattempo ha ottenuto il trasferimento alla Corte d'Appello di Torino in attesa di quello al Tribunale di Savona, è ora in attesa del pronunciamento della sezione disciplinare del Consiglio superiore della magistratura.
    L'accaduto aveva sollevato reazioni e un esposto della Camera penale di Asti. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie