Sociale, borse studio per figli infermieri

Contributo ai torinesi che non si sono fermati durante emergenza

(ANSA) - TORINO, 25 LUG - L'Istituto Sociale di Torino offre un contributo alle famiglie dei torinesi che non si sono fermati durante l'emergenza sanitaria, istituendo tre borse di studio per i figli di infermieri e forze dell'ordine. Le domande vanno presentate entro il 31 luglio, ed è richiesto il voto finale di terza media almeno di 8. Possono fare domanda coloro che si iscrivono alla prima classe del Liceo Classico o dello Scientifico o dello Scientifico Sportivo.
    "Il Sociale - spiega il direttore generale, Maria Cristina Bianco - vuole dare seguito alla bella iniziativa di alcuni suoi studenti dei licei che qualche mese fa avevano aiutato i torinesi donando le quote della loro gita sulla neve, oltre 2000 euro, alla Fondazione Specchio dei Tempi. Nel generoso servizio dei tanti che a rischio della propria vita sono stati in prima linea per curare i malati e per garantire la sicurezza durante l'emergenza Covid-19, l'Istituto Sociale riconosce un importante obiettivo delle scuole dei Gesuiti: formare uomini e donne per gli altri".
    Le borse di studio, spiega Vincenzo Sibillo che sarà il nuovo direttore generale da settembre, copriranno le spese di iscrizione e la retta del primo anno. Dal secondo anno e fino al termine del percorso liceale la riduzione sarà del 50%.
    Il bando completo è consultabile sul sito dell'Istituto.
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie