'Lumen', teatro a lume di candela a Usseglio

Nell'alta Val di Viù storie di margari, stelle e fiordi

(ANSA) - TORINO, 09 LUG - Dall'11 luglio al 14 agosto, Usseglio, il Comune più alto della Valle di Viù, ospita 'Lumen 2020', festival teatrale, in buona parte a lume di candela, organizzato dai Countrabandiè d'la Lera, vulcanici artisti di Venaria Reale, patrocinato dalla Città Metropolitana di Torino e che celebra anche il quinto compleanno della nuova sede della biblioteca del paese.
    Un festival che racconta di lune e tome, di silenzi e di capre blu, di un lupo ingegnoso, di un pesce che ha cambiato la storia dell'uomo, di un tagliapietre che parlava con le lose e di quel margaro che un giorno capovolse una montagna. Negli spettacoli, promossi dalla biblioteca comunale "× Maestrou d'Usoei" in collaborazione con la Pro Loco e il Comune, si viaggia dai fiordi norvegesi alle vette alpine, dal blu dell'Egeo all'oro dei campi di grano maturo.
    Il primo appuntamento, l'11 luglio, con ingresso gratuito e prenotazione obbligatoria, è con lo spettacolo 'Una fetta di luna. Del perchè la Toma è tonda', di Piero Rudun, con Riccardo Boano, Diana Libergoliza e Marco Perazzolo. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie