Tav: viola divieto dimora, leader No Tav ai domiciliari

Accusato di aver lanciato sassi a forze ordine nel luglio 2019

Uno dei leader del movimento No Tav in Val Susa, Emilio Scalzo, 65 anni, è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari. La richiesta è stata fatta dalla Digos di Torino, guidata da Carlo Ambra, dopo una lunga attività investigativa che prende le mosse dai fatti del 27 luglio 2019, quando venne individuato dalla polizia tra coloro che lanciavano sassi verso le forze dell'ordine.
    Nonostante il divieto di dimora in diversi comuni della Valle, negli ultimi giorni, durante le recenti manifestazioni contro l'allargamento del cantieri in Val Clarea, Scalzo sarebbe stato più volte individuato nei boschi della zona. 
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie