Manager Denso si tagliano stipendio per aiutare operai

Prevista raccolta di 1 mln di euro per lavoratori in cig

(ANSA) - TORINO, 20 MAG - I manager si tassano lo stipendio e i bonus per dare un contributo agli operai in cassa integrazione a causa del Covid-19. Succede alla Denso di Poirino, multinazionale del settore automotive che occupa 1.400 lavoratori a Torino. I manager destineranno una quota tra il 15 e il 20 per cento delle retribuzioni dei prossimi tre mesi, da maggio, a un fondo a favore degli operai in cassa integrazione per un periodo superiore a 10 giorni. La previsione è di raccogliere circa 1 milione di euro, mentre la quota per ogni lavoratore si attesterà di 200 euro al mese per l'intero periodo di cassa integrazione a zero ore. "E' un segno di solidarietà molto importante che riconosce ai lavoratori della Denso l'attaccamento all'azienda, in un momento difficile. Auspichiamo che altre aziende seguano questo esempio", commentano Vito Benevento della Uilm Torino, Gianni Mannori, responsabile Denso per la Fiom Torino e Igor Albera, responsabile Denso per la Fim Torino. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie