Coronavirus: frontalieri bloccati, 'trattati come bestie'

Su treno in galleria Sempione. Borghi (Pd), si faccia chiarezza

(ANSA) - DOMODOSSOLA, 09 APR - Finisce in Parlamento la vicenda dei 150 frontalieri bloccati per alcune ore nella galleria ferroviaria del Sempione, tra Italia e Svizzera. Il parlamentare Enrico Borghi (Pd) ha chiesto ai ministri dei Trasporti e degli Esteri di fare chiarezza su quanto accaduto ieri sera quando il treno delle BLS, che partito da Briga (Svizzera) riportava i frontalieri a casa, è rimasto bloccato nel tunnel. Borghi ha ripreso le accuse lanciate dai frontalieri che sui social hanno denunciato di essere ''stati trattati come bestie''.
    ''Per oltre 2 ore e mezza - scrive Borghi - i viaggiatori sono stati lasciati in balia di sé stessi, completamente al buio, all'interno del treno fermo nel cuore della galleria, senza che il personale viaggiante si prendesse cura di loro e soprattutto senza che si predisponesse un'immediata evacuazione delle persone presenti prima di affrontare qualsivoglia intervento di carattere manutentivo sul materiale viaggiante.
    Tale circostanza ha impedito ai viaggiatori di poter assicurare le distanze di sicurezza previste dalla normativa in materia di prevenzione anticoronavirus, senza che il personale viaggiante ponesse in atto misure preventive come da obblighi di legge.
    Inoltre il trasbordo delle persone è avvenuto con gravi ritardi,e con disagi rappresentati da tutti i testimoni presenti al fatto''. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie