Legale Dominello,incontri Agnelli leciti

"Il mio cliente non è un boss. Potremmo querelare Pecoraro"

(ANSA) - TORINO, 23 MAR - "Andrea Agnelli e Rocco Dominello si sono incontrati più volte, sia a tu per tu, sia alla presenza di altre persone, come spesso accade tra il presidente di una squadra di calcio e il rappresentante di un gruppo ultras. Sono stati incontri leciti, alla luce del sole". Lo ha detto l'avvocato Ivano Chiesa, difensore di Rocco Dominello, accusato di associazione per delinquere di tipo mafioso, all'udienza preliminare, avviata oggi a Torino, a conclusione dell'inchiesta Alto Piemonte. Tra le 23 richieste di rinvio a giudizio nessuna riguarda la Juventus.
    "Valuteremo ai fini di una querela le dichiarazioni rese da tutti quanti, comprese quelle del procuratore federale Giuseppe Pecoraro - ha aggiunto il legale - Andrea Agnelli dice la verità quando dichiara di non aver mai incontrato un boss mafioso, perché Rocco Dominello non lo è".
    L'udienza è stata rinviata al 28 marzo. Hanno presentato richiesta di costituirsi parte civile Regione Piemonte, Comune di Torino e un piccolo azionista della Juventus.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030



Modifica consenso Cookie