Università Padova, per studenti arriva l'assistente virtuale

Accordo Ateneo-Ibm, sistema sfrutta intelligenza artificiale

Redazione ANSA PADOVA

Nell'ambito di un percorso di sviluppo dei propri servizi l'Università di Padova ha reso disponibile per gli studenti un assistente virtuale online, abilitato dall'intelligenza artificiale di Ibm Watson e basato su Ibm cloud. Questo grazie ad un accordo di partenrship stretto tra l'Ateneo patavino e Ibm. L'assistente virtuale, disponibile 24 ore su 24, tutti i giorni della settimana, è stato istruito per rispondere, in italiano e inglese, a domande relative alle immatricolazioni, carriera universitaria, contributi economici e agevolazioni. "Abbattere tempi di attesa e burocrazia, digitalizzare servizi per renderli sempre più accessibili: questo è il senso di un'Università smart, a servizio dello studente - afferma il rettore Rosario Rizzuto - In questi anni abbiamo portato avanti un lavoro costante e prezioso di utilizzo delle nuove tecnologie a favore della comunità accademica. E l'assistente virtuale, che utilizza l'intelligenza artificiale di IBM, è un esempio concreto del nostro modo di operare".
  
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA