Da Ferrari a Menarini, E-R investe 18 milioni su innovazione

Grazie al bando attrattività, previste 193 assunzioni

Redazione ANSA BOLOGNA

Sviluppo 'green' dell'automotive, innovazione della movimentazione merci, ricerca nella cura dei tumori e tra le aziende coinvolte anche big come Ferrari e Menarini. Sono i filoni dei progetti che saranno portati avanti dalle otto imprese beneficiarie dei fondi stanziati dalla Regione Emilia-Romagna nell'ambito del quarto bando attuativo della legge 14/2014 per promuovere ricerca e investimenti sul territorio. Per questa quarta tornata la Regione ha messo sul piatto 7,3 milioni per generare un investimento complessivo da 17,7 milioni e 193 assunzioni, di cui oltre metà (101) di laureati.
    L'esito del bando è stato presentato oggi in conferenza stampa dall'assessore regionale allo Sviluppo economico e Lavoro, Vincenzo Colla, e dal sottosegretario alla presidenza della Giunta, Davide Baruffi. Le altre imprese vincitrici sono Sadel Spa, Smeg Spa, Bema Srl, Intersurgical Spa, Spindox Spa ed Energica Motor Company Spa.
    Per Ferrari, l'investimento che ha ottenuto i fondi (860mila euro) riguarda un catalizzatore adeguato ai veicoli a propulsione ibrida. Menarini Silicon Biosystems Spa, controllata bolognese del gruppo Menarini, otterrà un contributo di un milione per sviluppare algoritmi di intelligenza artificiale per la classificazione automatica di immagini di cellule tumorali circolanti presenti nel sangue periferico di pazienti affetti da tumore metastatico e di realizzare una banca dati centralizzata.
    Soddisfatto Colla: "Questa misura poggia non sul solo incentivo ma sul collegamento e interazione con tutto l'ecosistema della nostra economia", nell'ottica di rafforzare la competitività di un intero territorio qualificando la rete di filiera e rafforzando tutto il sistema delle piccole e medie imprese".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA