Lombardia approva all'unanimità legge su disturbi alimentari

In campo strumenti per la prevenzione e la cura del fenomeno

Redazione ANSA MILANO

(ANSA) - MILANO, 16 FEB - Il Consiglio Regionale lombardo ha approvato all'unanimità, con 63 voti favorevoli, la nuova legge regionale che introduce strumenti, azioni e misure per prevenire e curare i disturbi della nutrizione e dell'alimentazione.
    Il provvedimento, la cui relatrice è stata la vice presidente della Commissione Sanità Simona Tironi, prevede tra l'altro l'istituzione di una Rete regionale per la prevenzione e la cura dei disturbi della nutrizione e dell'alimentazione, l'implementazione in ogni Asst (le ex aziende ospedaliere) di interventi ambulatoriali per l'intercettazione precoce, la diagnosi e l'eventuale invio dei pazienti alle strutture più appropriate, con l'individuazione di Asst specifiche nelle quali costituire unità funzionali specialistiche adibite al trattamento anche ospedaliero dei pazienti.
    La legge prevede inoltre la creazione nelle Asst di équipe funzionali composte almeno da uno psichiatra, un neuro-psichiatra infantile, un medico internista, un dietologo, uno psicologo psicoterapeuta, un tecnico della riabilitazione psichiatrica, un dietista, un infermiere ed eventuali altri professionisti con formazione specifica in merito ai disturbi della nutrizione e dell'alimentazione.
    Infine, la nuova legge regionale prevede la presentazione al paziente da parte delle strutture di un progetto terapeutico-riabilitativo e la programmazione e attuazione di politiche a sostegno delle famiglie e dei caregiver dei pazienti, valorizzando anche le iniziative già presenti sul territorio. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA