Il centro per clochard offre anche libri

Promosso dai Vincenziani e sostenuto anche da Elemosiniere Papa

(ANSA) - ROMA, 7 MAG - Le colazioni, il servizio delle docce, indumenti di seconda mano. Ma non solo: c'è un centro per senzatetto e poveri che distribuisce anche libri, in diverse lingue, un servizio "apprezzato dai nostri ospiti". A parlare sono i volontari del Centro Sociale Vincenziano nel centrale quartiere Prati di Roma. E' attivo dal 1984, grazie a un contratto di comodato con il Collegio Leoniano, che contribuisce ai costi delle utenze. Le persone senza dimora, italiane e straniere, possono usufruire di servizi di cura della persona - docce, prima colazione, servizio guardaroba, libreria -, centro di ascolto, e sportello legale. A tutti coloro che richiedono l'accesso ai servizi è rilasciata una tessera, che, costituisce spesso l'unico strumento utile per la ricostruzione della loro identità. Il Centro si avvale della collaborazione di 29 volontari attivi e 46 soci.
    Sono diversi i benefattori che sostengono questa opera di solidarietà, tra i quali anche l'Elemosineria di Papa Francesco.
    Il Centro Sociale Vincenziano organizza per domani, mercoledì 8 maggio, presso il Collegio Leoniano a Roma l'incontro "Chiesa, Poveri e Volontariato". Interverranno tra gli altri mons. Rino Fisichella, Presidente del Pontificio Consiglio per la promozione della Nuova Evangelizzazione e padre Valerio Di Trapani, presidente dell'associazione Centro Sociale Vincenziano. Al termine dell'incontro ci sarà una cena di beneficienza per raccogliere fondi da destinare al Servizio Docce e Accoglienza alle persone senza dimora.
    Da gennaio a dicembre 2018, sono state offerte 4.473 docce.
    "Sono principalmente persone senza dimora da molti anni che sono dipendenti da alcool, droga, e gioco d'azzardo, spesso con problemi psicologici e psichiatrici", spiegano dal Centro.
    Grande impegno anche per il servizio 'colazioni'.
    "L'Elemosineria Apostolica ed alcuni benefattori anonimi donano viveri in natura: biscotti, frutta di stagione, panettoni, pandoro ecc. Il servizio colazione - spiegano i volontari - continua ad essere un momento di riposo dalla vita di strada e di convivialità sia per gli ospiti che fanno la doccia che per coloro che desiderano scambiare anche solo un sorriso". Ne usufruiscono annualmente circa 8.000 utenti.(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA